Carta biancaIl governo Meloni alza a 60 euro l’obbligo di accettare il pagamento con il Pos

Nella bozza della Legge di bilancio viene aumentata la soglia di trenta euro. Le sanzioni introdotte dal governo Draghi per gli esercenti che impedivano il pagamento elettronico erano uno degli obiettivi da rispettare per accedere ai fondi del Pnrr

Unsplash

Il governo Meloni ha alzato da 30 a 60 euro la soglia di pagamento obbligatorio con il Pos. Sotto quella cifra non ci sarà alcuna sanzione per gli esercenti che chiederanno ai clienti il pagamento in contanti. È questa l’ultima novità nella bozza della Legge di Bilancio che sconfessa dopo soli cinque mesi la scelta del governo Draghi di introdurre una multa per qualsiasi esercente (tranne le Tabaccherie) che non avesse accettato il pagamento elettronico. 

Le sanzioni erano uno degli obiettivi da raggiungere entro giugno 2022 per accedere ai fondi del Pnrr, il Piano nazionale di ripresa e resilienza.  Nella bozza della Legge di Bilancio però non c’è più la norma che sospendeva per 180 giorni il pagamento delle multe peri i commercianti che non avevano rispetto l’obbligo di pagamento elettronico.