Passeggiate casearieDue giorni in Val Taleggio per gli appassionati di formaggio

Questo fine settimana l’appuntamento è nella bergamasca per due giorni dedicati allo Strachìtunt. Se non sapete che cos’è e volete scoprirlo, è il momento giusto per andare a gustarlo sul posto

Chi è amante del formaggio avrà sicuramente sentito parlare dello Strachítunt, termine che deriva dalla traduzione bergamasca di “stracchino tondo”. Si tratta di un formaggio erborinato a latte crudo appartenente alla famiglia degli stracchini, con i quali condivide le origini e la tradizione. Un formaggio a latte vaccino intero, realizzato unendo più momenti della cagliata, quella della sera (comunemente detta “cagliata fredda”) e quella della mattina (“cagliata calda”). La sua dolcezza è compensata da una leggera erborinatura, dovuta dalle muffe che naturalmente si formano nel corso della lavorazione ma non sono collegate – come invece avviene per altre DOP quali ad esempio il Gorgonzola – all’aggiunta di penicillum. La sua consistenza è particolarmente morbida, piuttosto cremosa e porta il profumo delle erbe e dei foraggi di cui si nutrono le vacche in Val Taleggio. L’utilizzo del latte crudo lavorato in malga o in aziende del territorio consente di preservare un ventaglio di aromi e sapori originali dell’aria, dell’erba, della valle che lo rendono particolarmente gustoso, fragrante in bocca e salubre.

Sabato 19 e domenica 20 novembre si svolge un evento promosso dal Consorzio dello Strachìtunt incentrato su Sinergie e le Strategie per il futuro etico del territorio. Una manifestazione molto articolata, aperta a imprenditori, studenti, appassionati, ricercatori, associazioni, persone che operano nel mondo della sostenibilità in maniera più o meno diretta, in montagna, nel settore caseario a livello locale e internazionale. In questo momento storico i sistemi economici più piccoli, che si alimentano e fanno rete sono poli di attrazione di ricerca e investimento e per questo particolarmente più resilienti e sostenibili. Ruotano intorno agli abitanti stessi, ai cittadini, ai prodotti locali o alle innovazioni spesso connesse alla tradizione del posto. «Questo secondo evento organizzato dal Consorzio per la tutela dello Strachìtunt si propone di indagare con uno sguardo olistico le piccole economie e i micro-ecosistemi economici esistenti o realizzabili in territori lontani dai grandi centri produttivi e dalle logiche di mass market, analizzandoli come strumenti o motori per uno sviluppo sostenibile di ampio respiro, capace di incrociare più livelli di interesse, attività e attori del territorio e dei territori limitrofi» così raccontano la manifestazione gli organizzatori stessi. Tra gli obiettivi dell’evento oltre alla promozione di un territorio e delle sue produzioni, ospiti e relatori sono impegnati in una serie di tavole rotonde di discussione proveranno a dare delle risposte in merito a temi diversi. Come cercare e costruire ecosistemi più sostenibili con reti di scambio virtuose, come diminuire il gap tra locale e globale, come conoscere e dare valore al contesto sociale e chiaramente gettare le basi per delle collaborazioni future e nuove progettualità condivise. Se la giornata di sabato 19 sarà principalmente dedicata al confronto, domenica 20 avrete la possibilità di conoscere il territorio della Val Taleggio e della filiera produttiva dello Strachìtunt DOP. Un trekking che attraversa le valli e i luoghi ricchi di storia casearia per andare a conoscere più da vicino coloro che in prima persona producono questo formaggio, portando le vacche lungo le mulattiere e al pascolo fino ad arrivare a visitare i luoghi di produzione e di stagionatura. Una dimensione tutta da scoprire, una realtà fatta di tante eccellenze di molti abitanti e professionisti particolarmente legati a questa regione e desiderosi di portare il proprio messaggio oltre i confini del posto. Una giornata diversa, da passare in famiglia e immersi nella natura, per soddisfare palato e mente.
Trovate il programma completo e informazioni dettagliate sul sito www.strachitunt.it

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter