Un anno di guerraVon der Leyen ha proposto ai commissari europei una missione collettiva a Kyjiv a febbraio

La presidente Ursula pensa a una riunione tra il collegio di Bruxelles e il governo ucraino. Il viaggio dovrebbe riguardare tra i dieci e i quindici responsabili dei dossier relativi all’Ucraina, dal commercio alle politiche digitali, per incontrare le controparti nel Paese aggredito dalla Russia. Un «riconoscimento dei progressi che l’Ucraina sta facendo nel suo cammino verso l’Europa»

(LaPresse)

Un’ulteriore dimostrazione di sostegno al popolo ucraino aggredito dalla Russia. Secondo quanto riporta Politico, la Commissione europea starebbe pianificando un viaggio a Kyjiv a febbraio per una consultazione di alto livello tra commissari e il governo ucraino.

Mercoledì scorso, la presidente della Commissione Ursula von der Leyen lo avrebbe proposto ai suoi colleghi. Il piano, illustrato dal commissario per l’Ambiente Virginijus Sinkevičius, prevede che il viaggio coinvolga «da dieci a quindici commissari» che lavorano sui dossier relativi all’Ucraina, dal commercio alle politiche digitali, per incontrare le loro controparti a Kyjiv L’obiettivo è «approfondire ulteriormente i rapporti» e mostrare solidarietà. È un «riconoscimento dei progressi che l’Ucraina sta facendo nel suo cammino verso l’Europa», ha spiegato un funzionario a Politico. Von der Leyen ha sottolineato che questa missione sarebbe ovviamente volontaria per i membri del collegio e non obbligatoria.

Insieme alla presidente della Commissione Ursula von der Leyen, i commissari che stanno lavorando sull’Ucraina che potrebbero fare il viaggio includono il capo del commercio dell’Ue Valdis Dombrovskis; il commissario all’ì’Economia Paolo Gentiloni; il capo degli affari esteri Josep Borrell; la commissaria per gli affari interni Ylva Johansson; il commissario per il bilancio Johannes Hahn; il commissario per l’allargamento Olivér Várhelyi; Janez Lenarčič, responsabile della gestione delle crisi e dell’assistenza umanitaria; il commissario per i servizi finanziari Mairead McGuinness; e il commissario Sinkevičius.

Nel viaggio sarebbero coinvolti anche la commissaria per la concorrenza Margrethe Vestager e il capo dell’industria Thierry Breton; ma anche i commissari Margaritis Schinas e Stella Kyriakides, che hanno coordinato le forniture di medicinali e le operazioni di evacuazione medica; i commissari Frans Timmermans e Kadri Simson, che hanno contribuito a collegare l’Ucraina alla rete elettrica dell’Ue; i commissari Elisa Ferreira e Nicolas Schmit, che organizzano il sostegno ai paesi dell’Ue che ospitano i rifugiati ucraini; i commissari Věra Jourová e Didier Reynders, che stanno lavorando al congelamento e alla confisca dei beni russi; così come la commissaria per l’istruzione Mariya Gabriel e quella per i trasporti Adina-Ioana Vălean.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter