My ValentineL’amore è una scatola di cioccolatini… ma non solo!

San Valentino è (l’ottima) scusa per mangiare dolcetti e viziarsi con qualche coccola gastronomica. In coppia o no, l’importante è che sia una dolcissima giornata

Photo by Budgeron Bach - Pexels

San Valentino fa rima con cioccolato, l’alimento che fin dall’epoca degli Aztechi è considerato un afrodisiaco naturale, un elisir d’amore e un simbolo associato alla passione e alla lussuria, tanto da essere bandito dalle Chiesa cattolica (la ricetta della cioccolata calda rimase un segreto nazionale per quasi un secolo dopo la conquista spagnola dell’America Centrale) e, forse proprio per questo, a essere tanto segretamente apprezzato dalla libertina nobiltà dell’età moderna.
La svolta storica che ha contribuito a consolidare la dolce tradizione di donare il cioccolato al proprio innamorato risale però al diciannovesimo secolo, con la rivoluzionaria invenzione della macchina per il cacao (da parte del chimico olandese Johannes van Houten) e il lancio delle prime scatole di cioccolatini vittoriane decorate (in cui “conservare lettere d’amore segrete”), voluta dall’imprenditore inglese Richard Cadbury (del tuttora famoso marchio di cioccolato Cadbury).

Two is meglio che one? Non sempre!
Ancora oggi questo elisir d’amore è al centro della proposta “peccaminosa” dei maîtres chocolatiers contemporanei per celebrare la festa dell’amore, in tutte le sue forme, incluso quello autoreferenziale.
Per questo 2023 Charlotte Dusart, la cioccolatiera belga trapiantata a Milano, ha ideato L’amour toujours, una capsule collection a tinte pastello, pensata per fare felice chi si ama ma anche sé stessi. Pezzo forte della linea è un cuore rosso di cioccolato fondente con un martelletto in legno per spaccarlo e scoprire le golosità nascoste al suo interno, ma non mancano neppure una declinazione “per due” della classica cioccolata calda, rivisitata sotto forma di due sfere di cioccolato da sciogliere in tazza con il latte caldo (Amour pour deux), un dolce per single (Amour pour Moi, cuore goloso ripieno di caramello, arachidi salate e cremino), e una collezione di cioccolatini in cinque varianti da condividere “naturalmente” con chiunque (Amour, bien sûr).

Idee per amar-si…
Anche il re del cioccolato Ernst Knam quest’anno ha pensato proprio a tutti, realizzando dolci e cioccolatini limited edition non solo per le coppie di innamorati (come il Lievitato degli innamorati, il Nougat Montélimar, il Cuore rosso e il Cuore tris o le intramontabili scatole di cioccolatini a forma di cuore dai gusti più ricercati, dalla vaniglia Tahiti allo yuzu e al cassis) ma anche per i cuori solitari, come il Tronchetto dei single, un dolce monodose in due versioni (con sablè cioccolato fondente e sale, cremoso al cioccolato, paté di pere e rum speziato, glassa roche grue di cacao, oppure con sablè alla vaniglia, cremoso al cioccolato bianco, paté di fragole e Champagne con pepe verde, glassa Roche rosa con crispy fragole), entrambe decorate con la scritta “Single convinto”. Non mancano poi i tocchi di ironia adatti a chiunque come i Lecca-lecca Love con differenti abbinamenti di sapori e le Lollipop Special Edition San Valentino al cioccolato al latte con un cremino alla nocciola e brésilienne alla nocciola.

L’amore vince sempre
Dato che divertirsi con un po’ di leggerezza è la chiave per far funzionare ogni relazione, il brand milanese Peck ha deciso di interpretare in chiave romantica il tema del gioco. I maestri pasticceri, guidati dal pastry chef Galileo Reposo, hanno quindi creato Love Always Wins, una golosa scatola in cioccolato fondente che custodisce al suo interno praline a forma di cuore e picche con cui sfidare al gioco del tris la persona amata, scoprendo che l’amore vince sempre. Nulla vieta però di divertirsi anche in modalità “solitario”: di certo nessuno contesterebbe la vittoria.
Completano la collezione i Love Cookies, due biscottini di pasta frolla a forma di cuore che contengono una deliziosa ganache di cioccolato bianco e lampone, e le tavolette decorate: Red Heart, realizzata con cioccolato equatoriale fondente 55% che ospita al suo interno cinque cuori ripieni di lampone e frutto della passione, e I Love You, al cioccolato bianco con un dolce messaggio scritto a mano.

Ritorno alle origini
“Heart Earth – Love your origins” è il nome della collezione presentata dalla storica cioccolateria torinese Guido Gobino. Si tratta di un viaggio nel gusto e nella dolcezza che celebra soprattutto l’amore per la Terra: i Cuori di cioccolato sono decorati con il pattern materico della corteccia e della terra e sono presentati in quattro varianti (cioccolato fondente con il 90% di cacao Nacional dell’Ecuador, fondente e lampone, fondente e frutto della passione e latte finissimo) con un interno di dragée a base di chicchi di caffè, mirtilli e uvetta candita, mentre i Cuoricini di cioccolato, contenuti in una mini-box sono presentati in sei nuove ricette (Venezuela 70%, Ecuador 90%, cioccolato bianco con granella di cacao, bianco aromatizzato al frutto della passione, latte finissimo al 35% di cacao aromatici e bianco aromatizzato al lampone e pepe rosa). Per i golosissimi la Scatola di pralineria contiene un ricco e colorato assortimento di dolcezze (cuoricini, cialdine ripiene o con granella, gli immancabili Tourinot, cremini e dragées).

Love is…
La collezione “Love is Love” di Roberto Rinaldini punta invece su un tema tradizionale fatto tutto di cuoricini e cupidi, ma la realizzazione è davvero fantasiosa: chi non desidererebbe ricevere il Chocodiamante, un anello con diamante in cioccolato ripieno di cremino al pistacchio e cialda croccante e impreziosito con foglia d’oro 24 carati? Completano la parure le praline di cioccolato ripiene di cremino al pistacchio o alla nocciola e i biscottini di pasta frolla alla vaniglia, glassati con cioccolato fondente oppure cioccolato bianco decorato a mano in colore rosso, ma per chi volesse dedicare il pegno d’amore a sé stesso negli store di Rimini, Milano e Roma sono disponibili dolci monoporzione non solo belli da vedere, come Valentino (dessert composto da sbrisolona alla vaniglia, cremoso al frutto della passione, crema leggera ai formaggi e glassa al cioccolato e lampone) e Valentina (croccante di mandorle e nocciole, crema leggera al cioccolato e al pistacchio e glassa al fior di pistacchio).

Sentimenti “in the box”
Il 14 febbraio è l’occasione di far conoscere (anche a domicilio) il proprio lato “dolce” anche per Linfa, il ristorante che, nel cuore del Design district milanese, propone una cucina completamente vegetale basata su un concept di ristorazione responsabile e su un nuovo approccio. Ogni piatto del menù nasce da un desiderio (di stupire, di emozionare, di regalare un sorriso per il palato e per l’anima) ed è una dichiarazione d’amore e una promessa di fedeltà: alla Terra innanzi tutto e a tutto ciò che mantiene vivi e fa stare bene con se stessi e con gli altri. Oltre al menù dedicato alla festa degli innamorati, pensato per «celebrare l’amore in tutte le sue forme», per questa occasione la proposta si amplia con una divagazione romantica prêt-à-porter: una box dal design iconico con all’interno una selezione di cioccolatini dalle forme raffinate e colori esplosivi, disponibili in una serie di varianti pronte a conquistare le dolci metà (qualunque esse siano). Infatti ogni cioccolatino presente nella “Love box” è diverso per design e gusto (rum, lampone, caffè, gianduia e peperoncino), proprio come diversi sono i sentimenti che possono esprimere e le forme d’amore che si possono provare.

Gli opposti che si attraggono…
A celebrare il mito platonico dell’attrazione tra gli opposti è invece la cioccolateria crudista Grezzo Raw Chocolate, che per il prossimo 14 febbraio ha messo in campo proposte goduriose, giocate sul connubio tra contrasti e armoniose unioni (come gli gli Opposites, cioccolatini bigusto a forma di cuore, i M’Ami, un omaggio con variazione ai celebri Baci Perugina o le torte Cuore Caramello, croccante fuori e morbida dentro, e Golden Love, dolce e salata al tempo stesso) ma anche sane e nutrienti, biologiche, naturali e adatte a persone con esigenze alimentari specifiche (come il senza glutine, senza lattosio, senza zucchero). Perché il vero amore è democratico!

Due cuori e una forchetta (ma anche un mestolo e una padella)
L’affinità di coppia, si sa, è anche e una questione di cibo, simbolo di cure rivolte all’altro, condivisione di gusti e valori, nonché pretesto per trascorrere del tempo insieme. San Valentino è un po’ l’emblema di questo principio, e se c’è chi preferisce celebrarlo con una romantica cena casalinga, condividendo anche il backstage di preparazione delle ricette (perché si sa: cucinare è sexy!), i più tradizionalisti optano ancora per la classica cenetta al ristorante, scegliendo tra le tante proposte gourmet che gli chef più in voga propongono per la festa degli innamorati. Ma non solo: sempre più locali sfruttano le occasioni di convivialità come espediente per far incontrare degli sconosciuti, declinandole come veri e propri “appuntamenti al buio” o come semplici pretesti informali per conoscere persone nuove, con in mezzo una tavola imbandita. La data ideale in questo caso oscilla dal 13 al 15 febbraio, il giorno dedicato a San Faustino, eletto ufficialmente patrono e protettore dei single nostrani, che in questa occasione possono prendere parte a feste, apericena e speed date “anti-San Valentino”, il cui scopo resta comunque quello di trovare la propria metà…

L’altra metà della mela…anzi della pizza!
Cosa c’è di più romantico di una cena a lume di candela o di una serata di fronte al caminetto? Cercare l’anima gemella davanti al forno della pizza! Con questa convinzione è nato Cocciuto Perfect Match, il format lanciato dall’omonimo brand di pizzerie moderne in occasione del Single’s Day (il “Giorno dei Single”), lo scorso 11 novembre, per dare la possibilità di conoscere nuove persone e, al tempo stesso, assaggiare le imperdibili novità in carta (come la Cucuzza, realizzata con crema di zucca delica, funghi champignon freschi, salsiccia di suino a punta di coltello e salvia fritta; la Bolognese, con ragù di fassona piemontese sfumato al Barolo Docg, perle di besciamella allo zafferano, chips di carote e croccante di pane essiccato e aromatizzato, o la Burro & Alici, con olive taggiasche, alici di Cetara, capuliato di pomodoro secco e mandorle siciliane, burro d’alpeggio montato e gratinato al prezzemolo). L’ultimo dei tre blind date pensati per mixare i piaceri della tavola con la ricerca dell’amore si è svolto da poco, giusto in tempo per non arrivare single a San Valentino e potersi gustare in coppia il menu Cocciuto in Love dedicato all’occasione: si parte con un Primo Bacio a base di pesce (ovviamente con accompagnamento di bollicine!); si prosegue con le Pizze innamorate che giocano sul contrasto tra il gusto materno e rassicurante del fior di latte e le punte di freschezza, acidità, piccantezza e (perché no?) un po’ di amarezza, date dagli altri ingredienti abbinati in modo innovativo; e si termina con le Dolcezze che abbinano l’avvolgenza del cioccolato con l’acidità delicata dei frutti rossi e degli agrumi, la morbidezza dello yogurt casereccio con la tenacia cedevole del croccante… insomma la perfetta rappresentazione della complessità dell’amore in ogni piatto!

Brindisi romantici ma con i calici giusti
Non si può pensare alla più romantica delle serate senza il cin cin appropriato. Perfette per l’occasione le proposte di Villa Franciacorta: il bauletto “You&Me” contiene una bottiglia di Mon Satèn Franciacorta Docg Brut Millesimato 2018 e due bicchieri di cristallo personalizzati con il logo di Villa Franciacorta, mentre la confezione “Candela” è composta da una bottiglia di Boké Fanciacorta Rosé Docg Brut Millesimato 2018 e da una candela personalizzata realizzata grazie al riutilizzo di bottiglie di Villa Franciacorta.



E adesso… champagne!
Anche il brindisi con Champagne fa sempre un bell’effetto, specie se presentato in una bottiglia elegante e raffinata come quella della Cuvée Mirede di Alberto Massucco Champagne. Si tratta di un 100% Chardonnay (30% Avize e 10% Oger vendemmia 2019, fermentate per circa un terzo in barrique, più un 30% del vigneto di proprietà e un 30% di vins de réserve del 2018), con 30 mesi sui lieviti e dosaggio 2 g/l, caratterizzato da note floreali e di scorza di arancia candita, sentori tropicali e un tocco di miele. Ulteriore nota super romantica: il nome è quello della moglie del signor Massucco, alla quale questa creazione è dedicata. Raffinato e profumato di fiori anche il Millésime 2018 Alberto, sempre 100% uve Chardonnay provenienti da due villaggi Grand Cru della Côte des Blancs, Avize (90%) e Oger (10%), vendemmia 2018, fermentate in fût e lasciate riposare sui lieviti tre anni.

Spirito indipendente
Per chi desidera brindare all’indipendenza anche in occasione di una festa da celebrare in due, Eugin Distilleria Indipendente propone la box adatta: due bicchieri tumbler da accompagnare a una bottiglia del proprio gin preferito scelta tra la ricca gamma offerta. Un suggerimento? Foresta, un London Dry Gin caratterizzato da un’importante gradazione alcolica (57,6%) e potenti note aromatiche di sottobosco, ginepro, corteccia di quercia. Per spiriti liberi ma non per questo meno innamorati.

Galeotto fu… un limone
Chi l’ha detto che i prodotti dell’orto non possono essere romantici o, persino, sexy? Dopo che durante il lockdown gli innamorati di tutta Italia si sono dati appuntamento al supermercato per incontrarsi, accontentandosi di una platea di broccoli e pomodori come testimoni del loro amore, nulla può più smentire l’idea che anche frutta e verdura possono essere afrodisiaci. Per questo anche a San Valentino 2023 torna la campagna Limoniamo? di Citrus l’Orto Italiano, società benefit specializzata nella commercializzazione di prodotti ortofrutticoli italiani di qualità ma soprattutto impegnata a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza di una sana alimentazione come primo passo per mantenersi in salute e vivere bene, nonché sulla necessità di sostenere la ricerca e salvaguardare l’ecosistema. Il tutto con un linguaggio non stereotipato, ironico e coinvolgente.
Nello specifico, durante la settimana più romantica dell’anno, nei supermercati aderenti all’iniziativa si troveranno in vendita confezioni con una coppia di limoni femminello, cresciuti secondo il ritmo naturale delle stagioni, promossi alle analisi e ai controlli qualitativi e avvolti in un packaging sostenibile proveniente da foreste responsabili, con in etichetta una richiesta agrodolce, tra il lussurioso e l’ironico («Limoniamo?») che non può non strappare un vitaminico sorriso! Un modo meno convenzionale per dichiararsi, con un regalo divertente, colorato e insieme benefico e utile… soprattutto se il contenuto della confezione diventa l’ingrediente per una cenetta romantica tête-à-tête.