Challenger bankBanca Ifis investirà sei milioni di euro per realizzare progetti sociali entro il 2024

Il presidente Ernesto Fürstenberg Fassio ha presentato la sua agenda programmatica e i risultati ottenuti dall’istituto di credito tra cui il rinnovamento del cda, composto per il 54 per cento da donne e l’utile netto (+40 per cento) superiore all’obiettivo previsto nel Piano industriale 2023

Unsplash

Per celebrare i primi quarant’anni di Banca Ifis, il presidente Ernesto Fürstenberg Fassio ha presentato il primo piano industriale integrato con il piano di sostenibilità, che prevede l’investimento di sei milioni di euro entro il 2024 per finanziare iniziative a sostegno della comunità e del territorio. 

I fondi saranno veicolati attraverso Kaleidos, un Social Impact Lab per la promozione dell’agenda sociale di Banca Ifis  per il triennio 2022 – 2024. Un modo per incentivare la sostenibilità economica e sociale, valorizzando un modello economico sostenibile per le imprese, per il territorio e per le persone. «Quando sono entrato a far parte di Ifis volevo che il mio mandato avesse a cuore questi temi e che valorizzasse l’importanza di sostenere progetti e attività che possano concretamente migliorare il nostro paese», ha affermato Fürstenberg Fassio durante la conferenza stampa. 

L’investimento da sei milioni di euro è uno dei punti più importanti dell’agenda programmatica presentata dal presidente di Banca Ifis, che ha mostrato anche i risultati raggiunti dall’azienda durante la sua presidenza, iniziata nel 2019. Oltre ad aver rinnovato la squadra manageriale, l’istituto di credito è stato certificato dal Winning Women Institute come prima banca italiana per la parità di genere, vantando la presenza del 54 per cento di donne nel suo Consiglio di amministrazione. 

Nel 2022 Banca Ifis ha registrato un traguardo storico: l’incremento del quaranta per cento dell’utile netto rispetto all’anno precedente, che ha portato a raggiungere i 141,1 milioni di euro, superiore all’obiettivo di utile previsto dal Piano Industriale per il 2023. Inoltre, sono stati rafforzati i ratio patrimoniali senza però ledere alla capacità di generare valore: il rapporto dividendo – prezzo ammonta oggi al 9,86 per cento, dato più alto tra le banche italiane. 

Tra i punti salienti del progetto ci sono anche le iniziative sociali a livello territoriale, attente alla diversità e all’inclusione. Oltre a Stem Academy, iniziativa dedicata alla promozione delle discipline scientifico tecnologiche (stem), e a organizzare specifici programmi di formazione per i detenuti del carcere di Bollate, Ifis sostiene il progetto “Your Future You” della galleria d’arte trevigiana 21 Gallery per la valorizzazione del talento artistico di studenti e studentesse italiani.

Per quanto riguarda cultura e territorio, Banca Ifis si impegna a valorizzare il patrimonio naturalistico, industriale e imprenditoriale italiano attraverso il progetto “Economia della Bellezza”, sostenendo le piccole e medie imprese. 

Nell’ambito della ricerca e della prevenzione la banca ha finanziato l’Ospedale pediatrico Bambin Gesù per sostenere la ricerca contro i tumori maligni del sistema nervoso centrale, con una donazione di tre milioni di euro per la ricerca di terapie innovative. Recentemente la banca ha anche sostenuto il progetto di ricerca per prevenire l’infarto al miocardio, realizzato dall’equipe del Prof.Rigo presso Villa Salus di Mestre. 

La Banca Ifis ha erogato anche delle borse di studio ai giovani atleti del Comitato olimpico nazionale italiano (CONI), oltre ad aver sostenuto il Torneo Ravano e ricostruito il campo dell’oratorio Sampierdarena di Genova. L’istituto creditizio si è dimostrato sensibile al tema dell’inclusione e al benessere dell’organico, promuovendo iniziative come “MyIfisWork”: un nuovo modello di organizzazione interna basato su un utilizzo intelligente e flessibile del lavoro da remoto, per consentire ai dipendenti una sana gestione dello smart working. 

Grande importanza è stata anche data al rafforzamento del welfare aziendale, per la promozione del benessere psicofisico di lavoratori e lavoratrici attraverso l’attivazione di mutui e pacchetti assicurativi. A tal fine Banca Ifis ha dato vita al progetto “Nuvola della Salute”, che si struttura in tre ambiti principali: “Ifis Preveniamo”, un ciclo di incontri per la sensibilizzazione e prevenzione con medici specializzati; “WelfareCare”, per sostenere la prevenzione del tumore al seno per le dipendenti e i loro familiari, offrendo anche la possibilità di effettuare esami clinici periodici, come ecografie e mammografie e “Welfood”, consulenze gratuite con nutrizionisti e psicologi esperti di benessere. 

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club