Il fatto non sussiste Assolto da tutte le accuse Alessandro Dalai, l’ex editore di Baldini e Castoldi

La Prima Sezione Penale del Tribunale di Milano ha assolto l’ex proprietario della casa editrice dalla accusa di bancarotta fraudolenta

Unsplash

Alessandro Dalai, ex proprietario della casa editrice Baldini Castoldi Dalai, è stato assolto dall’accusa di bancarotta fraudolenta della società dichiarata fallita nel 2014. La Prima Sezione Penale del Tribunale di Milano, presieduta da Andrea Ghinetti, si è pronunciata oggi in favore di Dalai, difeso dagli avvocati Giacomo Lunghini e Mattia Conti. Dalai ha detto di essere soddisfatto della decisione che lo solleva, per quanto possibile, dall’incubo in cui è precipitato sin dal gennaio 2013, e cioè da quando il suo principale autore, lo scrittore Giorgio Faletti, gli aveva voltato le spalle.

In attesa della motivazione della sentenza, Dalai è già pronto a chiedere conto e ragione ai veri responsabili dell’allora fallimento della casa editrice (oggi, col nome Baldini e Castoldi, rilevata dalla Nave di Teseo).