ImperdibiliLievitati per le feste effetto wow

Una selezione ulteriore di panettoni per chi ha bisogno di un dolce che lasci il segno. Da quello al cioccolato più irriverente al grande classico con un packaging superlativo

La Primula, Mattia Premoli

Mattia Premoli è un giovane pasticcere di Treviglio che dalla sua piccola Pasticceria La Primula si è fatto conoscere in tutta Italia grazie alla qualità della linea di prodotti da forno dolci e salati MADRE e alla partecipazione di successo a concorsi nazionali. Il suo panettone tradizionale ha stravinto: nel 2021 terzo classificato agli Artisti Del Panettone, Medaglia D’oro FIPGC al Campionato Mondiale Miglior Panettone del Mondo con il Panettone classico; Finalista Panettone World Championship. Ma com’è questo dolce da premio? Ingredienti di pregio come lo scorzone di arancia e cedro canditi, cento per cento lievito madre, senza emulsionanti e conservanti, tecnica quasi scientifica, produzione al ribasso per garantire un prodotto sempre fresco, dai profumi e sapori avvolgenti, uniti a manodopera, esperienza e presenza dell’artigiano. Morbido, piacevole, goloso: una fetta tira l’altra.

Longoni

C’è stato un tempo in cui il suo era l’unico panettone possibile, a Milano. Oggi che fare panettoni d’autore è diventato sport nazionale il suo rimane uno dei migliori in circolazione, con la mano di Mauro Iannantuoni a fare la differenza in laboratorio. Alto e alveolato, morbido e suadente, è ormai un grande classico da assaporare e da regalare. La scatola è di per sé una garanzia. Lo producono con lievito madre, burro da latteria francese e canditi artigianali di filiera, prodotti da Panificio Moderno di Trento. Le arance usate per realizzare i canditi vengono coltivate in maniera ecologica dall’associazione SOS Rosarno, una realtà calabrese che si batte per la solidarietà e la lotta al caporalato. Da ordinare entro oggi per essere certi di averlo a Natale.

Trattoria contemporanea

Per il secondo anno questa giovane e vibrante brigata non ci delude e torna con un lievitato al cioccolato che è semplicemente una bomba. Morbidissimo (e con il cioccolato nell’impasto non è affare banale!), godurioso, ben lievitato e ben cotto, è uno dei dolci di cui non vorrete più fare a meno. La confezione è a righe, in pieno stile Trattoria, e dentro ci sono gli sticker irriverenti di questo locale che è ormai diventato una tappa fissa nei giri dei gourmet. C’è anche la versione tradizionale, ma anche per noi puristi del milanese, il cioccolato è irresistibile. Si compra al locale, si degusta lì durante le feste e arriva anche a casa ordinandolo per tempo.

Four Seasons, Daniele Bonzi

Da qualche anno il pastry chef di uno degli hotel più desiderati ed eleganti della città si misura con il dolce meneghino con ottimi risultati. Quest’anno il suo lievitato milanese è di una bontà sublime, con una ricerca di materie prime maniacale e una tecnica affinata nel tempo. La confezione che lo racchiude è un capolavoro: una raffinatissima cappelliera di velluto verde bottiglia, che da sola vale il regalo. Si compra in hotel, e si degusta a fette al bar Stilla o al ristorante Zelo.

Martesana e Moschino
Per chi vuole un Natale d’oro, imperdibile il panettone Martesana in collaborazione con Moschino. Una glassa al cioccolato completamente dorata rende questo lievitato davvero festoso e luccicante. L’impasto, realizzato dal maestro Vincenzo Santoro, è lavorato 48 ore e preparato con uno dei lieviti madre più antichi di Milano. È poi arricchito da arancia italiana candita in due varianti, uvetta golden e vaniglia Tahiti, mentre alla glassa al cioccolato Gold sono state aggiunte le nocciole Igp Piemonte.

Le newsletter
de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter