Il vino sul mare Cantine di Liguria a raccolta

È stata presentata ieri a Genova la nuova guida CantineDOC pubblicata da Multiverso e dedicata alle piccole e grandi realtà enologiche di questa regione

Vernazza, foto di Robert Anitei su Unsplash

Nella stretta fascia di territorio racchiusa tra Alpi, Appennino e Mar Ligure, riuscire a mettere a frutto il terreno, ricavato tra dislivelli e pendii grazie a terrazzamenti con i tipici muretti a secco, ha da sempre richiesto sacrifici e strategia.

Ulivi e limoni si affiancano alla rinomata floricoltura e, non ultima, anche la viticoltura si è guadagnata nel tempo un posto di riguardo. Grazie infatti alla posizione così peculiare dei vitigni, posti spesso a una discreta altitudine, a ridosso del mare e favoriti da un clima mite, i vini che qui si producono godono di profumi e aromaticità unici.

Dall’amore per questa regione e dalla volontà di esplorare in maniera completa ed esauriente il suo patrimonio enologico è nato il progetto “CantineDOC Liguria”, una guida completa che raccoglie tutte le aziende vitivinicole e le cantine operative da Imperia a La Spezia.

Il volume, edito da Multiverso e presentato ufficialmente al Palazzo della Borsa Valori di Genova il 26 febbraio, si apre con le prefazioni del presidente della regione Giovanni Toti e di Andrea Moser, enologo e winemaker di fama internazionale, nonché assiduo e fidato collaboratore di Linkiesta Gastronomika.

Segue un’introduzione tecnica, in cui si approfondiscono geologia, clima, vigneti, vini ed enti del territorio, per giungere poi al cuore del libro, ovvero una rassegna dettagliata di tutte le centosettanta cantine rilevate: per ognuna si trova una descrizione, una sezione riservata alle informazioni tecniche, l’etichetta del vino signature dell’azienda e un box “Dove”, in cui sono indicati tre indirizzi in cui mangiare, dormire e fare acquisti nelle vicinanze. In totale sono 140 le etichette con relativa scheda tecnica del vino inserire nel testo, e quarantuno le storie dei produttori, accompagnate da un servizio fotografico realizzato ad hoc per la pubblicazione. I testi sono a cura di Virgilio Pronzati, giornalista ed esperto del settore.

Il risultato finale, in perfetta continuità con gli altri volumi realizzati da Multiverso, è un prodotto che intreccia indissolubilmente enologia e gastronomia, oltre al compartimento dell’accoglienza: lo scopo è incentivare un turismo consapevole delle realtà locali, siano esse piccole, medie o grandi. Così Mario Cucci, editore: «Abbiamo iniziato il nostro lavoro editoriale in Liguria con “TavoleDOC”: unire delle realtà in una regione così geograficamente complessa non è semplice, ma il risultato è stato sorprendente. “CantineDOC” nasce con lo stesso principio, con un’aggiunta in più. L’enologia in Liguria è in costante crescita, anche se è ancora poco esplorata sul piano nazionale: desideriamo fare emergere tutto il potenziale di questo microcosmo».

“CantineDOC Liguria”
Vigne, uomini e vini
Editore Multiverso, 2024
224 pagine, euro 39,50

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club