Un giro al SalTO Atlante per appassionati enogastronomici in visita al Salone del Libro di Torino

Dal 9 al 13 maggio apre le porte la trentaseiesima edizione della fiera libraria più conosciuta d’Italia. Il tema scelto quest’anno è “Vita immaginaria”

Foto LaPresse, Salone del Libro di Torino edizione 2023

Come ogni anno in primavera Torino diventa la capitale mondiale del libro. Dal 9 al 13 maggio, infatti, presso Lingotto Fiere andrà in scena il Salone internazionale del Libro. È un’importante occasione, per autori indipendenti e non, di entrare in contatto con il proprio pubblico e confrontarsi a vicenda.

Anche quest’anno il calendario è fittissimo: sono circa 1200 gli eventi organizzati durante la manifestazione, con duemila ospiti provenienti da tutto il mondo. Il tema scelto per questa edizione è “Vita immaginaria”. È un richiamo e omaggio alla scrittrice Natalia Ginzburg che nel suo saggio dallo stesso titolo celebra l’immaginazione come strumento di creatività e che spesso indovina le vicende della vita reale. Ma è anche soprattutto un messaggio per un futuro speranzoso ancora tutto da scrivere e raccontare.

Non mancano anche in questa edizione le occasioni per appassionati lettori enogastronomici di partecipare a eventi e talk sul mondo del cibo e della sostenibilità. E siccome è molto difficile districarsi in questo tipo di fiere, dove molto spesso è necessario avere il dono dell’ubiquità per non perdersi nulla, abbiamo voluto preparare, per voi appassionati lettori un atlante dei migliori eventi e talk a tema gastronomia durante il salone. Oltre che in Fiera, ci saranno molti eventi in giro per la città grazie al b-side del salone ovvero Salone Off.

Salone del Libro di Torino edizione 2024, Photo Matteo Secci /
LaPresse

Giovedi 9 maggio
Quest’anno la Liguria è la regione ospite del Salone. Alle 10.30 nella Sala Liguria al Padiglione Oval, avrà luogo l’incontro “Liguria a tavola”. Gli ospiti saranno Renata Briano, food blogger ligure, Claudio Pasquarelli dell’hotel ristorante Claudio a Bergeggi, Davide Siviero, assessore municipale area tecnica per il comune di Genova, e i giornalisti Stefano Pezzi e Carla Scarsi. Alle 20.30 invece per la rubrica “Letture da gustare” al ristorante La Locanda nel Parco, in via Modesto Panetti 1, è possibile partecipare a una cena tutta dal sapore ligure con la cooperativa sociale Mirafiori. La proposta gastronomica della serata omaggia le ricette raccolte nel volume “Profumo di basilico” di Pierpaolo Pracca, edito da Il Leone Verde, acquistabile presso La Locanda nel Parco nei giorni del Salone Off. Il menu è fisso e i dettagli e i costi sono consultabili sulla pagina della Casa di Quartiere di Mirafiori Sud.

Venerdi 10 maggio
Al caffè letterario, nel padiglione Oval, si terranno tre importanti talk gastronomici. Si inizia alle 16 con un panel in collaborazione con il Saggiatore e Slow Food Editore dal titolo “Un po’ di Storia”, saranno presenti Marco Bolasco, giornalista per identità golose, Luca Cesari, saggista e autore del libro “Storia della pasta in dieci piatti” che ha vinto il premio Bancarella della cucina nel 2021, e Alberto Capatti, storico della gastronomia italiana e primo rettore dell’Università di Scienze Gastronomiche a Pollenzo. Si confronteranno intorno alle loro ultime (e prossime) pubblicazioni. Dalle cucine stellate che hanno fatto la storia, all’epopea del panino italiano, fino a pasta, pizza e cotoletta.

Alle 17:15 andrà in scena il talk dal nome “Politiche del cibo tra futuro, immaginazione e natura – Road To Madre Terra: quali soluzioni alla bulimia globale?”. Interverranno Davide Marino, professore associato di economia ed estimo rurale presso il Dipartimento di Bioscienze e Territorio dell’Università del Molise, dove insegna “Economia del Gusto” e “Contabilità Ambientale e Servizi Ecosistemici”; Barbara Nappini, presidente di Slow Food Italia; Andrea Segrè, professore ordinario di economia circolare e politiche per lo sviluppo sostenibile all’Università di Bologna, e Raoul Tiraboschi, vicepresidente del consiglio direttivo di Slow Food. Le nuove ricerche e politiche sul cibo non sono più procrastinabili, quali sono le soluzioni che si possono adottare per il futuro?

Alle 18:15 invece interverranno l’epidemiologo Franco Berrino e il ricercatore Andrea De Vecchi. Insieme si confronteranno sul cibo, che è la prima via per stare meglio e vivere a lungo.

In giro per la città sono numerosi gli eventi al quale partecipare. Alle 18.30 presso il Mercato Centrale in Piazza della Repubblica 25 potrete partecipare al talk letterario “Le Caravelle dell’abbondanza: i viaggi del cibo dalle Americhe all’Italia e ritorno”. L’appuntamento avrà la natura di un vero e proprio talk letterario, volto ad approfondire alcune tematiche legate al mondo della biologia, nutrizione e storia partendo da una matrice comune: il saggio scritto dal professor Attilio Aleotti. Interverranno l’autore del saggio; Andrea Pezzana, medico dietologo e professore universitario; Federica Morelli, professoressa specializzata in storia coloniale delle Americhe, e Tiziana Ulian, professoressa, biologa esperta di diversità e conservazione di piante e semi.

Se a un certo punto vi verrà fame potrete spostarvi in via Musinè 5/7 presso l’Associazione Sardi Gramsci dove ci sarà una degustazione e uno show cooking su “L’arte dei culurgiones, la pasta ripiena ogliastrina” a cura di Stefania Mighela e Immacolata Licheri dell’associazione Che Impresa far Cibo.

Sabato 11 maggio
Il sabato è la giornata più piena e “pop” dell’intera manifestazione. Alle ore 10 al padiglione Oval Alberto Grandi, professore e accademico all’Università di Parma e voce del podcast DOI Denominazione di Origine Inventata, e Daniele Soffiati, scrittore e altra voce del podcast, saranno allo stand Mondadori per il firmacopie del loro nuovo libro “La cucina italiana non esiste”.

Al caffè letterario alle 11:30 si terrà “Un confronto al femminile tra vino e sapori, riflettendo sulla disparità di genere” dove interverranno Laura Donadoni, sui social conosciuta come ItalianWineGirl, e Eleonora Riso, l’ultima vincitrice di Masterchef. Si parlerà di gender gap e pregiudizi nel mondo dell’enogastronomia.

Alle 12:45 è il turno di Tommaso Melilli, chef di Trattoria della Gloria e autore del successo letterario targato Einaudi “I conti con l’oste”. Presenterà il suo nuovo libro, edito da 66thand2nd, “Cucina Aperta”. Una riflessione sulle cucine dei ristoranti, oggi più che mai visibili, che possono anche diventare luogo di apertura alla bellezza profonda dell’incontro con chi siede al tavolo. Perché la cucina è, in fondo, racconto del presente.

Nel pomeriggio invece avrete la possibilità di incontrare Sonia Peronaci e lo chef creator Davide Nanni. L’evento inizierà alle 16 e si parlerà dello strapotere del cibo nei contenuti social e di quanto la rete aiuti a diventare un personaggio rilevante anche tra gli scaffali delle librerie.

Sempre al caffè letterario alle 17:15 ci saranno altri due volti noti, questa volta della televisione, a presentare i loro ultimi libri: Damiano Carrara e Fulvio Marino. Si parlerà ovviamente di pasticceria e lievitati e sarà possibile interagire con loro.

Alle 19:30 invece al Centro Congressi nella Sala Lisbona Alessandro Franceschini e Duccio Facchini presenteranno il loro ultimo libro “I sovrani del cibo” edito da Altreconomia. Il cibo è una necessità vitale per tutti gli esseri umani, ma è anche un settore in difficoltà, tra fenomeni di speculazione e la rincorsa al prezzo più basso. Il libro è un’indagine sugli aspetti negativi dell’industria e sul nuovo attivismo per un cibo sostenibile.

Domenica 12 maggio
“Del gusto, ciò che rende unica l’umanità” è l’incontro che apre la giornata di domenica al Caffè Letterario al Padiglione Oval. Interverranno due nomi direttamente dall’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo: Gabriella Morini, ricercatrice in chimica organica, e Nicola Perullo, professore di estetica. Sarà un approfondimento sul tema del gusto tra scienza, storia e filosofia, per comprendere sempre meglio perché, in fondo, siamo unici.

“Le avventure del cibo. Quando le storie e le origini fanno la differenza in un piatto” sarà un panel dedicato alla diversità che unisce valorizzando ciò che siamo. Interverranno tre conoscenze social molto importanti: Ruben Bondi, in arte cucinaconruben, Aurora Cavallo, da tutti conosciuta come cooker.girl e Saghar Setareh, food writer e fotografa, che in questa occasione presenterà il suo nuovo libro “Pomegranates & Artichokes. Recipes and Memories of a Journey from Iran to Italy”.

Sempre dal palco del Caffè Letterario alle 17:15 sarà la volta della cucina vegetale con “Vegetale Intelligente. La cucina vegetale non è mai stata così ricca, vibrante, pronta al futuro”. Dialogheranno tra loro Irene Volpe, finalista di Masterchef 10, Laura Spinelli, fotografa enogastronomica, Valentina Raffaelli, chef senza una fissa dimora, scrittrice e creatrice di contenuti a tema cibo vegetale, e infine Annalissa Chessa, conosciuta sui social come Little Vegan Witch. Quattro nomi importanti e significativi per ribadire quanto la cucina vegana e vegetariana sia cresciuto in creatività, portando alla ribalta nuovi protagonisti di questa scena gastronomica.

Alle ore 12, sempre in via Musinè 5/7 presso l’Associazione Sardi Gramsci, avrete la possibilità di assistere ad uno show cooking sul formaggio chiamato “Le forme del latte. Il laboratorio del formaggio a latte crudo, occasione di confronto di buone pratiche di lavorazione del latte nelle due regioni Piemonte e Sardegna”.

Per le 16.30 invece potreste spostarvi verso via Trivero 16 dove presso l’associazione culturale Volere la Luna ci sarà un incontro con l’autore Pietro Pinna per parlare del suo libro “La valle del vino. Un secolo di presenza italiana in California 1850-1950” uscito nel 2023. Ricostruendo le vicende di un secolo di industria vinicola italo-californiana, il volume racconta come la coltivazione delle vigne e la produzione del vino furono essenziali nel processo di integrazione sociale e culturale della comunità italiana in California. Pietro Pinna, docente presso l’Università di Bologna, è autore della monografia “Migranti italiani tra fascismo e antifascismo” (Clueb, 2012) e di alcuni saggi sulla politicizzazione degli emigrati italiani e sul fascismo all’estero, con particolare attenzione alla Francia, e sulle migrazioni italiane e l’industria vinicola in California.

Salone del Libro di Torino edizione 2024, Photo Matteo Secci /
LaPresse

Lunedi 13 maggio
È la giornata che chiude il festival e l’evento che vi segnaliamo è alle 15 presso lo Spazio della Città di Torino e della Città Metropolitana, al Padiglione 1, dal nome “Il cibo tra vita e immaginario. Storie di Changemaker che stanno curvando i nostri territori”.  Sarà l’occasione per presentare il volume “Circular City Selfie” realizzato nel quadro del progetto di educazione alla cittadinanza globale In Cibo Civitas cofinanziato da Agenzia Italiana di Cooperazione allo Sviluppo. In Cibo Civitas è l’iniziativa che si svolge in quattro regioni italiane (Piemonte, Emilia-Romagna, Toscana, Sicilia) e che promuove comportamenti più consapevoli e una partecipazione attiva dei cittadini per favorire un sistema alimentare sostenibile.

Martedi 14 maggio (Bonus Track)
A salone concluso potrete partecipare all’ultima cena letteraria organizzata dalla Cooperativa Sociale Mirafiori sempre presso La Locanda nel Parco. La protagonista della serata sarà la pizza, un classico per eccellenza della cultura gastronomica italiana innovato secondo i principi dell’economia circolare.

Anche Linkiesta sarà al Salone: potrete venirci a trovare al Padiglione 3 allo stand R74. Tra le nostre pubblicazioni, troverete il nuovo libro di Anna Prandoni “Il Senso Buono”, un saggio che vuole ritrovare la giusta misura in un mondo, quello enogastronomico, fatto di integralismi e falsi miti.

Ora che avete tutte le informazioni del caso, non vi resta che prendere questo atlante e affrontare il mare magnum di eventi che il Salone offre, ma con qualche certezza in più.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter