Premium JamaicaImbottigliamenti – e menti – che diventano leggenda

Con il coraggio di catturare un gusto ancora sconosciuto e suggellarne l’eccellenza, Appleton lancia l’ultimo arrivato della sua fantasmagorica Heart Collection

Sappiamo tutti che un pizzico di follia aiuta a pensare in grande e osare, là dove tanti invece farebbero un passio indietro. Solo unendo la passione cieca e illimitata di Luca Gargano – patron della Velier SpA – all’esperienza di oltre quarant’anni di assaggi di Joy Spence – Master Blender di Appleton Estate – poteva nascere una collezione così assoluta, super premium e «from the heart». Non a caso, la Appleton Hears Collection è un progetto di culto per i collezionisti di tutto il mondo che racchiude una gamma in edizione limitata di single marks 100% pot still, millesimati e selezionati dai due esperti.

Nulla di simile era mai stato fatto sino a questo momento tra le mura della storica distilleria caraibica e vi lasciamo immaginare quale accoglienza e riscontro questo progetto abbia avuto nel mondo rum italiano e internazionale. «Abbiamo chiamato questo progetto Heart Collection per omaggiare il cuore della Giamaica. Sono molto orgogliosa di questa collezione, che è stata accolta in maniera enormemente positiva, e di cui abbiamo prodotto ovviamente una quantità davvero limitata» affermava Joy Spence in una intervista rilasciata nel 2022, a seguito del lancio delle prime release. La distillazione 100% pot still, tagliando le teste e le code, permette di mantenere soltanto il cuore del distillato, assicurando un prodotto eccellente, pieno di corpo e dal gusto unico.

Un viaggio alla scoperta del meglio che una distilleria così storica e leggendaria può offrire, che dopo i primi imbottigliamenti del 2020 è continuato con un lavoro sempre corale e sincero tra Gargano e Spence. «Abbiamo selezionato due distillati vintage, di trentasette e diciotto anni, che sono diventati rispettivamente: Hearts Collection 1984 e 2003. Distillati in Forsyth Pot Still e invecchiati in clima tropicale in barili di rovere americano, questi rum meravigliosi sono una vera e propria capsula del tempo che racchiude decenni di lavoro artigianale. Hearts Collection 1984, distillato nel 1984, è stato imbottigliato nel 2021 in 1.800 esemplari.

A nostra conoscenza, è il più vecchio rum 100% pot still a marchio singolo invecchiato in clima tropicale che sia mai stato imbottigliato nella storia. Hearts Collection 2003, distillato nel 2003, è stato imbottigliato nel 2021 in cinquemila esemplari». Con questa stessa filosofia si è arrivati oggi alla presentazione della release 1998, un blend straordinario di diciannove barili, scelto tra i quasi duecentomila della distilleria giamaicana. Il nuovo liquido è distillato in alambicco Forsyths e messo in bottiglia a 63° dopo venticinque anni di invecchiamento tropicale (quindi soggetto al clima locale e di conseguenza a molta più evaporazione di prodotto, indicata in gergo tecnico come angel share, la parte degli angeli).

In un momento in cui il rum sta cercando di penetrare il mercato ridando valore al prodotto stesso in tutte le sue fasi di lavorazione, creando maggiore consapevolezza nel consumatore, valore, know how intorno alla propria storia, un progetto come Hearts Collection diventa un prodotto culturale per veicolare un lavoro, un prodotto, una tradizione e il sapere ad essa connesso. Un momento storico, di transizione e allo stesso tempo di milestone importanti per il settore, nel quale le espressioni 100% pot still stanno trasformando il mondo del rum.

Come approcciarsi alla degustazione di un prodotto simile? A spiegarcelo è la stessa Joy Specer i cui consigli abbiamo brevemente riassunto qui.

La via per degustare correttamente la Hearts Collection dovrebbe seguire un rituale in tre passi:

  • Versare 30 ml di Hearts Collection in un bicchierino.
  • Far roteare il liquido e notare la lenta discesa color miele dorato delle lacrime sulle pareti del bicchiere.
  • Portare al naso e assaporare gli aromi sottili di cannella e noce moscata.
  • Far prendere aria al rum per rivelare le note di vaniglia mielata, rovere e fiori d’arancio.
  • Assaggiare e lasciarsi sedurre dal finale secco, lungo e complesso di rovere.

Il risultato finale è quello di un rum lussuoso, di grande corpo e complessità.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter