Camillo di Christian RoccaJOHN MCENROE NEL LETTO DI FARRAH FAWCETT

John McEnroe ha scritto un libro, la sua autobiografia. E ti pareva. Non c’è ex gloria dello sport che non senta il bisogno di raccontarsi in libri spesso mal scritti e noiosetti. Detto per inciso, in queste stesse settimane anche il suo grande amico Pat Cash, l’australiano che vinse Wimbledon nel 1987, s’è autoincensato in "Uncovered". Che cosa spinga fior di campioni a rovinare una carriera di trionfi con mediocri debutti letterari rimane misterioso. Eppure ogni tanto capita un’eccezione. Il libro di McEnroe, per esempio, è divertente, molto divertente. E ben scritto. Anche perché l’autore è James Kaplan, giornalista che l’anno scorso firmò un formidabile ritratto di John sul New Yorker. Il libro uscito in America si intitola "You cannot be serious", mentre nella versione inglese è semplicemente "Serious". Lo stile è diretto, e ricorda il gioco d’attacco del tennista newyorchese. Il suo idolo era Vitas Gerulaitis. McEnroe voleva diventare come lui. Ma non lo invidiava nell’arte del tennis, tutt’altro. Sapeva di essere un giocatore migliore di Gerulaitis. John vedeva in Vitas il suo modello di ruolo. Voleva avere anche lui tutte quelle donne, girare con quelle fantastiche Rolls bianche decapottabili e frequentare i divi del rock. John voleva diventare amico di Vitas, ma Vitas non se lo filava. Poi quando lo sconfisse in finale all’US Open, Gerulaitis cominciò a prenderlo in considerazione. McEnroe racconta di una misteriosa iniziazione (droga? prostitute? atti impuri?) avvenuta nel 1979 a Milano in compagnia del suo idolo e di Borg. Il capitolo più divertente è quello che racconta il suo matrimonio con Tatum O’Neal, la figlia della star hollywoodiana Ryan O’Neal. Ryan era invidioso del successo di John e faceva di tutto per marcare la propria superiorità. Un giorno lo sfidò a squash e cominciò a giocare sporco e a barare. John per una volta fece il bravo ragazzo e lo lasciò vincere. Ryan se ne vantò per mesi. John si vendicò facendo l’amore con Tatum in una location che ancora oggi lo eccita da morire. Nel letto della fidanzata di Ryan, Farrah Fawcett.