Camillo di Christian RoccaGreg Packer

Chi è Greg Packer? Chi diavolo è Greg Packer? I giornali americani e, anche Repubblica, lo hanno citato centinaia di volte in questi anni. Appena a New York c’è da intervistare un uomo della strada per sentire che cosa pensa la "gente" su questo o quell’argomento d’attualità, improvvisamente si materializza Greg Packer. Alla presentazione del libro di Hillary Clinton, alla Parata di San Patrizio, alle manifestazioni della Nba, a Ground Zero, non c’è argomento sul quale Greg Packer non sia pronto a intervenire e fregare i giornalisti spacciandosi per l’americano medio: sulla festa di Thanksgiving, sulla guerra in Irak, sul capodanno 2002, sul Papa. E’ sempre pronto a rispondere ai cronisti in qualsiasi momento. Anche all’insediamento di Bush alla Casa Bianca. E’ un sola. E i giornali ci cascano, compreso il New York Times. Pensano tutti che lui sia lì per caso. Greg Packer è un pazzo, di professione fa il "primo della fila". E’ quello che fa la fila per qualsiasi evento. Arriva sempre primo e i giornali lo intervistano. Greg Packer è un artista.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter