Camillo di Christian RoccaRedazionalmente Corretto del 15 agosto 2003

La
prima pagina di Repubblica (Rep.) di ieri, 14 agosto 2003, avrebbe
potuto aprirsi con "Germania, la carta delle riforme",
ma non è successo. Quello era il titolo del Corriere,
giornale repubblicano-ma-non-republicones che ormai ha soffiato
a Rep. il ruolo di guida civile del paese (oltre a Magdi Allam).
Il quotidiano di Ezio Mauro, nel Mese II della Nuova Era Gregaria
si apriva con un titolo diverso, simile a quello di un tabloid:
"Ancora morti per il caldo, polemica su Sirchia". All’interno,
anziché dare spazio al piano della socialdemocrazia tedesca
contro la crisi economica, Rep. ha concesso l’intera terza pagina
a un articolo di Piero Colaprico dal titolo: "A letto fermo
per non sudare, non è più l’estate di una volta".
Il Mondo di Pannunzio non avrebbe scelto diversamente.
Bella, invece, l’inchiesta di Roberto Bianchin sull’Adriatico.
Secondo il giornalista di Rep., a causa del caldo e della siccità,
l’acqua dell’Adriatico ora è "limpidissima, pulita,
prima verde e dopo blu. Un acquario tropicale". Noiosa l’undicesima
puntata in "fuga sulle Alpi" di Paolo Rumiz, il Sognando
Claudio Magris di Rep.
Le pagine di politica, come sempre, sono affidate a manette&magistrati.
L’attacco dell’articolo di Liana Milella è unico: "Ci
hanno lavorato per una settimana, usando telefoni, fax, e-mail,
sms". E fin qui, nella descrizione milelliana, rientrano
oltre 50 milioni di italiani. "Chi in montagna, chi al mare",
è una precisazione che continua a non definire l’oggetto
dell’articolo. Poi: "Per i capigruppo togati del Csm e i
due laici della sinistra Berlinguer e Schietroma, non è
stato facile stilare una dichiarazione che sintetizzasse le forti
preoccupazioni dopo la sortita del forzista Bondi su una commissione
antitoghe. La nota, ‘perché di sicuro non si tratta di
un documento’ (dice Berlinguer), era pronta ieri mattina. Uscita
sulle agenzie, erano passate da poco le 11, ha scatenato un putiferio".
Prendete fiato che ora viene il bello: "La firmano De Nunzio
per Unicost, Mammone per Magistratura indipendente, Fici per
il Movimento giustizia, Salmè per Magistratura democratica".
Ora sì che abbiamo capito.
Una breve notizia a pagina 18 continua nella clamorosa disinformazione
dei republicones sulle accuse al governo Blair di aver esagerato
la minaccia irachena: "Kelly, nastro audio ribadisce le
accuse". E’ vero? No, non è vero. Anzi è vero
il contrario, come già segnalato ieri. Se ne sono accorti
tutti i cattivi, cioè Corriere, Foglio, Wsj e Times. Ma
anche Financial Times, Guardian e finanche il Manifesto, che
ieri, correttamente titolava: "Caso Kelly, un punto per
Blair". Ma i republicones sono fatti così, nun ce
vonno sta’. (continua)