Camillo di Christian RoccaArchivio blog – Settembre 2003

Raccolta mensile del blog

I neocon criticano Bush perché non spiega che la guerra è di sinistra

Il Foglio, 30 settembre


Commenti con molta Energia

E mani tra le cosce
Redazionalmente Corretto

Il Foglio, 30 settembre


Per un disgraziato errore

L’Unità di oggi: Per un disgraziato errore il titolo disegnato delle nostre pagine di ieri dedicate alla Notte Bianca di Roma è stato introdotto da una testatina che recitava “Vergogne Nazionali”.
(La vergogna nazionale ce l’hanno sempre là, a portata di mano, di default)

30 settembre


Il peggiore

Liberation, quotidiano della sinistra chic parigina, ha dedicato un terribile editoriale a Prodi, “il peggior presidente di sempre della commissione”, e alla stampa italiana che, eccezione fatta per il Giornale, “ignora questa triste realtà” soltanto perché, essendo “in maggioranza ostile alla coalizione di governo, crede che Prodi sia la sola speranza credibile per la sinistra di sostituire l’attuale presidente del Consiglio”. Libé spiega anche “l’evidente conflitto di interessi” di Prodi che sembra voler “complicare la vita di Berlusconi” per non far firmare la nuova Costituzione europea a Roma, durante il semestre italiano di presidenza. L’editoriale è uscito domenica su Liberation, ed è stato ripreso solo dal Giornale, che non è online. Se ne parla qui.

30 settembre


Neocon quiz

Dal Christian Science Monitor (grazie a uno che si è dato a nuove esperienze lavorative)

30 settembre


Missione non compiuta

Titola la copertina di Time. Missione non compiuta titolarono Il Foglio e Camillo il 4 settembre.
Ma Bush ha vinto, scrive il Ny Post (e Camillo concorda).
Rumsfeld oggi sul WSJ e venerdì sul Washington Post ha spiegato che le cose in Iraq vanno bene, specie se confrontate con i tempi del dopoguerra in Germania. Il Foglio e Camillo 18 giorni fa confrontarono i tempi iracheni con quelli del dopoguerra italiano.

29 settembre


Ho viso cose che voi umani

Vincenzo Cerami su Rep:
“Ho visto automobili dai fari abbacinati che si aprivano varchi nel nero tra i vecchi palazzi, mentre imboccavano strade contromano, o passavano pericolosamente sotto i semafori spenti senza nenache rallentare. Ho visto frotte di cittadini che tornavano a casa camminando come ciechi, facendo bene attenzione a dove poggiavano i piedi”
Anticipazione di Red. Corr.

29 settembre


Risposta all’Umberto Eco di oggi su Rep./Micromega

In una democrazia il presidente è anche il venditore in capo (NYT)

29 settembre


In ginocchio da Fidel

Una delle cose più imbarazzanti mai pubblicate negli ultimi anni: L’Avana non è infetta, il castrismo non è corrotto. Oliver-cospiracy-Stone ha intervistato Castro. Il numero di minchiate è oltre l’immaginabile. L’Espresso, orgoglioso, ha pubblicato. In copertina. Non prendendo le distanze da questo elogio della dittatura. Come ha scritto Pierluigi Battista oggi sulla Stampa trattasi di un passo (una gattonata) in più rispetto alla famosa intervista di Gianni Minà.

29 settembre


Redazionalmente Corretto

Il Foglio, 27 settembre


E’ morto Robert Palmer

Quello di Addicted to Love, non quello di Emerson, Lake & Palmer come scrive questa agenzia (che poi ha rettificato):
(AGI/AFP) – Parigi, 26 set. – Il cantante britannico Robert Palmer e’ morto a Parigi per un attacco di cuore. Ne hanno dato notizie fonti a lui vicine. Era nato il primo gennaio del ’49 e il suo nome completo era Robert Allen Palmer. Aveva fatto parte del celebre trio Emerson, Lake & Palmer e negli anni ’80 aveva fondato insieme con John e Andy Taylor (ex Duran Duran) e Tony Thompson (dei Chick) i “Power Station”

26 settembre


Wesley

Sono molto felice che abbiamo una così grande squadra alla casa Bianca,persone come Colin Powell, Don Rumsfed, Dick Cheney, Condoleeza Rice, persone che conosco molto bene e pooi il nostro presidenete George W. Bush. Abbiamo bisogno di loro”.
Il candidato Democratico Wesley Clark l’11 maggio 2001

26 settembre


Rep. non riconosce il governo iracheno

Redazionalmente Corretto

26 settembre


Rummy copia Camillo

Articolo di Rumsfeld costruito come quello di Camillo di 14 giorni fa

26 settembre


Fine del caso Kelly

La Bbc si scusa ancora, e senza mezzi termini per i servizi del suo giornalista Andrew Gilligan

26 settembre


Ehi, vecchi babbioni in motocicletta

Max, ottobre 2003


Caro Luca

Re: no subject

Max, ottobre 2003


Mani nei capelli

Il giornalismo di Rep. è “sostanzialmente impraticabile”
Caso Kelly, ultimissime dallo sleeper
Ultime sui neocon e Bush
Il caso della Ue che (non) ha messo sotto inchiesta l’Italia
(Qui su Davanpour)

Il Foglio. 26 settembre


L’opinione degli iracheni

Il Foglio, 26 settembre


Anschluss/2

Il Foglio, 25 settembre


Le “manganellate” di Red. Corr.

Redazionalmente Corretto

24 settembre


Quegli americani che dichiararono guerra all’America

Storia dei Weathermen, i terroristi radical chic che 33 anni fa presero il nome da un verso di una canzone di Bob Dylan, ‘Subterranean Homesick Blues’, ( ‘you don’t need a weatherman to know which way the wind blows’). Una di loro era Silvia Baraldini.

24 settembre


Anschluss

Sulle voci incontrollate uscite in questi giorni sui giornali e oggi su una fusione tra Il Foglio e un succedaneo arancione.
«Non risponde a verità che io avrei detto a Claudio Velardi (editore del «Riformista», ndr) la frase “Avete finito i soldi e dunque, bisognosi di danaro fresco, mettete in giro queste voci”. Non risponde a verità in quanto io mai avrei potuto dire, e forse neppure pensare, una simile frase, per il semplice motivo che non sono una persona volgare. Quanto poi alla sostanza, ovvero alla ricorrente voce di fusione tra le due testate preciso e sottoscrivo che qualunque operazione riguardasse Il Foglio e La Stampa, il Foglio e il Corriere della Sera, e se si vuole pure Il Foglio e Il Riformista, essa sarebbe dello stesso tipo che riguardò, illo tempore, l’annessione dell’Austria da parte della Germania. Con Il Foglio, evidentemente, nei panni della Germania»
Giuliano Ferrara alla Stampa

24 settembre


Redazionalmente Corretto

23 settembre


Il caso Blair (Jayson) e lo scoop sexed up della Bbc

Il Foglio, 20 settembre


Rep. scopre la battaglia contro i pentiti, anzi un pentito

Redazionalmente Corretto

Il Foglio, 20 settembre


Strepitoso Sdm sul Foglio

Voci dall’enciclopedia di Polizia del 1952. Imperdibile.

Il Foglio, 20 settembre (inserto numero VI)


A New York c’è una scuola che sembre di Reggio Emilia

Redazionalmente Corretto

19 settembre


La versione di Edmondo

Un libro imperdibile, davvero. “Post italiani – Cronache di un paese provvisorio” di Edmondo Berselli, intellettuale del Mulino ed editorialista dell’Espresso.
E’ difficile dirvi di che parla, perché parla di qualsiasi cosa (specie del Foglio), ma capita che per la prima volta un libro, per di più scritto da un Espressones, racconti la società politico-televisivo-intellettuale italiana senza paraocchi radical chic. E’ spiazzante. Comprate Berselli.

18 settembre


Serra fa lo sciopero della spesa, ma invita a comprare automobili radical chic

Redazionalmente Corretto

Il Foglio, 18 settembre


Intervista al direttore del NY Sun

Il Foglio, 18 settembre


Bocca Bocca alalà

Stavolta nel 1983

18 settembre


Blair non ha imbrogliato

La Bbc chiede scusa, ammette di aver sexed up le sue accuse a Blair e Campbell, e di aver commesso errori e imprecisioni. Era ieri e anche oggi su tutti i giornali inglesi, di sinistra, di sinistrissima e di destra. Zero (con un’eccezione) sui giornali italiani, i cui editorialisti continuano a scrivere che Blair ha falsificato i dossier.

18 settembre


Fair Play

Editoriale del Guardian su Arsenal-Inter. Non è solo la vittoria della terza, forse, quarta o quinta squadra italiana contro l’Arsenal (che schiera cinque giocatori che hanno fallito in Italia), ma il trionfo della Serie A sulla Premiership

18 settembre


Non è successo niente /n

Rep. annuncia che è stata ritrovata anche la Gioconda sumera, la signora di Wark, data per rubata dal Museo di Baghdad dopo la liberazione dal regime fascista di Saddam. Da 300 mila pezzi rubati, siamo a meno di 30.

18 settembre


La Francia è un paese nemico

Non è né un alleato fastidioso né un rivale geloso, ma un nemico.
Non lo dice né un fascista neocon, né un fanatico del Texas. Lo ha scritto sul New York Times, il divo delle opinioni liberal, Thomas Friedman (che ieri ha dato anche una bellissima intervista a Rep.)

18 settembre


Giornali al servizio del Cav

Editoriale e risposta a un lettore

18 settembre


In fondo MT è simpatico

18 settembre


Quelli che non sfidarono il regime

Il Foglio, 17 settembre


Quando Travaglio scoprì l’odore dei soldi di Telekom Serbia, e poi se ne dimenticò

Redazionalmente Corretto Speciale

Il Foglio, 17 settembre


Assunto Khaled Fouad Merlo

Redazionalmente corretto

Il Foglio, 17 settembre


Confusa e felice

Un delirio di Naomi Klein dal titolo “Il libero commercio è guerra” che mette insieme globalizzazione, Pinochet, Iraq, Israele. Su The Nation

17 settembre


L’asse del bene (e della democrazia)

Israele, India e Turchia

17 settembre


Giornali seri

Quando fanno una stupidata, lo ammettono. Non è Rep. è il Washington Post

17 settembre


Giornalisti cialtroni

Va dal barbiere perché sa che serve birra ai clienti nonostante non abbia la licenza, se ne fa due pinte, poi scrive l’articolo e denuncia il barbiere alla polizia.

17 settembre


I giuristi sul caso Sofri

Il convegno dei radicali sul detenuto di Pisa

17 settembre


La più idiota iniziativa del decennio

16 settembre


Il mega scoop di Bonini-Davanpour era già uscito il giorno prima

Redazionalmente Corretto

16 settembre


Paul Krugman è in vacanza

Meno male,

16 settembre


Cominciano male

Il recall in California è stato rinviato perché le macchine buca schede sono vecchie, tipo Florida, e la scheda sul recall (da un parte il referendum sul governatore, dall’altra il voto al sostituto) è nuova.

15 settembre


Il pericolo Barbie

La polizia religiosa saudita ha preparato un poster contro la bambola Barbie: è pericolosa, recita il testo in arabo perché poi va a finire che le bimbe fanno “strane richieste”: “Mamma, voglio i jeans, una T-shirt e un costume da bagno come Barbie”.
Il monito dei fascisti islamici continua: “Le bambole ebraiche di Barbie con i loro vestiti che fanno vedere, le posizioni oscene, i differenti stili e accessori sono il simbolo della decadenza e della perversione occidentale. C’è da riconoscere il pericolo ed essere vigili”.

15 settembre


Materazzi: “Abbiamo i mezzi per fare male all’Arsenal”

Il difensore-picchiatore interista in un’intervista forse allo Spectator.

15 settembre


Capezzone goes to Washington

Nel covo dei neocon, l’American Enterprise Institute, il segretario dei radicali italiani presenta con Michael Ledeen il suo ottimo libro: “Uno shock radicale per il XXI secolo”.

14 settembre


Why Prodi is unfit to lead the European Commission

Because s’appisola.
L’Economist scrive che Prodi si addormenta spesso durante le riunioni, e altre contumelie. Ma, questa settimana, l’Economist in Italia non fa notizia.

14 settembre


Un articolo di Rep uscito 3 giorni prima dell’acquisto di Telekom Serbia. L’anno è il 1987, il titolo: “Milosevic salvato dai telefoni”.

Delle due l’una o sapevano tutti (al contrario di quanto dicono oggi) o Rep. non se la fila nessuno
Red. Corr. speciale 1997

Il Foglio, 13 settembre


Redazionalmente Corretto

Il Foglio, 13 settembre


Uno dei titoli di agenzia più belli dell’anno:

“TELEKOM SERBIA: NAN (FI), CI SONO ELEMENTI IMPORTANTI”
Leggere bene. Non è “NON CI SONO ELEMENTI IMPORTANTI” nelle carte di Igor Marini,
ma “ENRICO NAN” (con la A), deputato di Forza Italia che dice che sì “CI SONO ELEMENTI IMPORTANTI” nelle carte di Igor Marini.

12 settembre


Sfortuna

Sull’Espesso uscito oggi c’è un articolo sulla Svezia che, al contrario dell’Economist, non tiene conto dell’omicidio della povera ministro degli Esteri svedese
Il sommario recita: “Anna Lindh è in prima fila per spiegare ai suoi connazionali i vantaggi dell’euro”.
Nell’articolo è andata peggio: “La Lindh sta facendo i salti mortali”.

12 settembre


L’uomo delle armi

Su Internazionale, in mezzo ai soliti Chomksy e al datato antiamericanismo, c’è uno strepitoso ritratto di Viktor Bout, un mercante di armi russo. Il lungo ritratto era uscito un mese fa sul magazine del New York Times.

12 settembre


Se la sinistra fosse questa/ Pansa

Io la voterei.

12 settembre


Il punto è che lo Spectator dà ragione al Cav.

12 settembre


Patacche

Zio Silvio parla a vanvera

Il Foglio, 12 settembre


Le analisi di Rep: “La coperta copre dal freddo”

Redazionalmente Corretto

Il Foglio, 12 settembre


Il peggior blog d’Italia

Al momento è questo.

12 settembre


L’apposita custodia di Travaglio

La bella, come sempre, intervista di Claudio Sabelli Fioretti a Marco Travaglio, pubblicata oggi da Sette, è illustrata da una mega foto di Travaglio sfoggiante un cinturone dei pantaloni con allegato un telefonino dentro l’apposita custodia. Vergogna. Lì ci vanno le manette.

11 settembre


Cotroneo s’incazza

E’ il blog dell’Espresso più vivo, forse troppo. Pare che ci sia un lettore che posti dei commenti con il nome di Cotroneo. E ora Cotroneo si innervosisce e dà di cialtrone.
(Avete voluto il forum?)

11 settembre


In Iraq va tutto bene

Quelli che la menano con l’8 settembre e non capiscono l’11 settembre visto da Baghdad.
Luca Sofri, invece, non sa. Però almeno si fa la doccia.

11 settembre


Luca Sofri sui blog di Rep:

“C’è da rallegrarsi, perché ogni volta che si apre un nuovo blog si aggiunge una nuova voce di libertà ed è una buona notizia per il pluralismo dell’informazione”.
Auguri.

11 settembre


“Chi ha aperto il caso Telekom, ora lo chiuda”

Fatto. Redazionalmente Corretto

Il Foglio, 11 settembre


A me il Riformista piace /2

Oggi ospita una giusta stroncatura dell’avventato giudizio di Pietro Citati su Philip Roth. Citati aveva scritto su Rep. che i romanzi di Roth sono “sovente pessimi, talora mediocri, rarissimamente buoni”. Ieri ne avevo scritto qui, e infatti il Riformista se ne è accorto. Avevo però segnalato che per una volta su Rep. si è letta una cosa anticonformista (Roth è considerato, ed è, er mejo), nonostante io sia uno di quelli che delira per i romanzi “sovente pessimi, talora mediocri, rarissimamente buoni” di quello che considero il più grande scrittore del secolo. Ho scritto questo. Chiaro, no?
Evidentemente no. Il Riformista, pensandola esattamente come me, conclude l’articolo scrivendo che Roth è “capace di essere politically uncorrect senza cadere nei luoghi comuni opposti, come succede, invece, a chi si eccita all’idea di un Citati politicamente scorretto nello stroncare Roth”.
Non ha capito o non mi sono spiegato?
PS
Il “politically uncorrect” del Riformista è scritto in modo incorrect.

10 settembre


Zuccopycat ha copiato male

Redazionalmente Corretto

Il Foglio, 10 settembre


Recensire la Bbc

Nuova rubrica sul Daily Telegraph

10 settembre


Happy Meal

Continuano le torture a Guantanamo: Big Mac, Coca media più patatine fritte ai detenuti per farli parlare. E quelli, di fronte alla mostruosità global di un Happy Meal McDonald’s, comprensivo del giocattolino premio, confessano.
Su Camillo ne ho scritto spesso: Guantanamo è una vergogna giuridica perché i terroristi-detenuti non si possono difendere né hanno idea se mai potranno uscirne. Psicologicamente è tosto, ma l’America è in guerra, ha subito un attacco e non le farebbe piacere subirne un altro. Chi parla di torture racconta balle, come dimostrano le cronache di chi c’è stato davvero e chi è stato liberato.

9 settembre


Repubblicani per Dean

Un sito di repubblicani appoggia il simpatico dottore del Vermont, Howard Dean (il migliore tra i democratici, con Lieberman). Secondo Andrew Sullivan è un falso.

9 settembre


L’altro Allam fa ancora danni

Redazionalmente Corretto.

Il Foglio, 9 settembre


A me il Riformista piace

L’ho scritto decine di volte: se la sinistra fosse così, la voterei. Ma non capisco perché il giornale di Polito pubblichi spesso cose già pubblicate da altri. Oggi un articolo di Madeleine Albright per Foreign policy, la settimana scorsa pubblicato intergralmente dall’Espresso e quella precedente ampiamente saccheggiato dal Foglio. E poi c’è questo caso: aiutiamolo.

9 settembre


Intanto Biagi

Sull’Espresso di venerdì scorso ha scritto una cosa nuova:
“Col ritorno dalle vacanze (per chi ha potuto farle) comincia praticamente un nuovo anno. E riprende una forte inflazione. E’ calato il periodo delle ferie e sono cresciuti i prezzi: benzina, gas, frutta, formaggi costano di più. Le bollette della luce e metano costano di più”.

8 settembre


Trovato uno Scarabeo

E’ quello che mi hanno rubato.

8 settembre


I keep you in my heart

E’ morto Warren Zevon.

8 settembre


Buongiorno, notte

Andateci di giorno, ché di notte potreste appisolarvi.

8 settembre


Sostiene Bremer

Articolo per il Washington Post

8 settembre


Citazione da Oscar

“Minchia c’è stato l’otto settembre”.

8 settembre


Perché siamo in Iraq

Lunghissimo saggio di Michael Ignatieff sul magazine del NYT

7 settembre


Una dipendente del Carl. critica Eug.

Redazionalmente corretto

Il Foglio, 6 settembre


Consigli britannici all’America per fare un impero liberale

Saggio di Paul Johnson

Il Foglio, 6 settembre


Proposta di girotondo contro il west di un Bush che somiglia a un altro B.

Saggio di Lewis H. Lapham

Il Foglio, 6 settembre


Ovest contro Ovest

Estratto dal nuovo libro di André Glucksmann

Il Foglio, 6 settembre


Matteo Pericoli

I disegni dell’inserto del Foglo che contiene i tre saggi di cui sopra si trovano qui

6 settembre


L’inchiesta al gruyere

Redazionalmente corretto

Il Foglio, 5 settembre


Missione non compiuta

4 settembre


Davanpour è come l’Avv. Taormina

Redazionalmente corretto

Il Foglio, 4 settembre


Ci vuole il Lodo Schifani

Redazionalmente corretto

Il Foglio, 3 settembre


L’altro Allam ha sbagliato ayatollah

Redazionalmente Corretto.

Il Foglio, 2 settembre


Tord Gustavsen

Capital, settembre