Lorenzo Strik Lievers, uno dei rari intellettuali del mondo radicale, diceva sempre che "Baget Bozzo è il più intelligente di tutti". L’altro giorno ho letto un’intervista a Massimo Cacciari in cui il sindaco filosofo diceva la stessa cosa: "Non ho mai conosciuto uno più intelligente di Baget Bozzo". Giuliano Ferrara, si sa, la pensa allo stesso modo (leggete il suo ricordo sul Foglio di oggi). Io ho parlato soltanto un paio di volte al telefono, e brevemente, con Baget. Non sono mai riuscito a inquadrarlo. Ma le parole perentorie di Strik, la stima  di Ferrara e quella di Cacciari per me sono un giudizio definitivo.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter