Blog Notes di MartaThe Sound of Colors

Potrebbe risultare eccessivo che un giornalista, critico, saggista, e noto esperto di economia dell'arte sia anche un bravo pittore. Invece è il caso di Paolo Manazza, che darà prova del suo ultimo...

Potrebbe risultare eccessivo che un giornalista, critico, saggista, e noto esperto di economia dell’arte sia anche un bravo pittore. Invece è il caso di Paolo Manazza, che darà prova del suo ultimo lavoro di ricerca artistica nella personale dal titolo “The Sound of Colors” che inaugura venerdì 3 giugno nel “Centre Culturel Beausoleil”. Fino al I luglio sarà esposta una selezione di opere su tela, ad olio, tecnica che predilige: “Tutto cominciò molti anni fa, quando rimasi ipnotizzato dalle tonalità dei rosa -dice Manazza-. Quelli di Willem de Kooning. Univo l’informale americano a quello italiano e francese in una sorta di ideale congiunzione tra l’astrazione statunitense e quella euopea”. Curata da Cristiana Curti e Mimmo Di Marzio, la mostra rappresenta l’esplorazione di Manazza nelle infinite possibilità della pittura, con quadri che hanno come tema il suo back-ground culturale, che va dalla passione per la musica (classica e jazz), all’amore per la pittura americana (l’abstract painting) e quella europea della stagione dell’informale.

Info: Centre Culturel de Beausoleil (34, Boulevard de la République, Beausoleil, Francia). Inaugurazione: 2 giugno ore 18.30. Orari: lunedì-venerdì ore 8-16.45. Ingresso libero. Tel: +33.4.9378.8700. culture.animation-villedebeausoleil@wanadoo.fr

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta