GengisVite parallele

"Il Paese è in rovina. E lui non può scegliere. Solo obbedire. All'ordine straniero. Disobbedire è morire. Non resistere è la premessa della pacificazione. Della rinascita e dell'indipendenza futur...

“Il Paese è in rovina. E lui non può scegliere. Solo obbedire. All’ordine straniero. Disobbedire è morire. Non resistere è la premessa della pacificazione. Della rinascita e dell’indipendenza future”.

Vite parallele. Il Commissario Monti e il Maresciallo Pétain.

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club