Leccaprincipi e MamelucchiGerald chi? Ovvero la storia di Jazzman Records

Ci sono storie sommerse, dischi sconosciuti. Dischi funk, soul, jazz, boogaloo. E a metà degli anni Ottanta c'è Gerald Short con la sua bancarella al mercatino di Camden. Dieci anni dopo quella ban...

Ci sono storie sommerse, dischi sconosciuti. Dischi funk, soul, jazz, boogaloo. E a metà degli anni Ottanta c’è Gerald Short con la sua bancarella al mercatino di Camden. Dieci anni dopo quella bancarella diventa la Jazzman Records. E lui, Jazzman Gerald, uno dei maggiori esperti di deep funk, rare groove, obscure. Riporta a galla pezzi originali, ristampe e raccolte. Perle da easy-dancefloor cadute nel dimenticatoio e più di duecento titoli rigorosamente su 45 giri. Oggi la Jazzman è cult-label e punto di riferimento per tutti quelli che senza black groove non ci sanno stare. Tra questi c’è Gilles Peterson, che ha dedicato a Gerald Short un’intera puntata di WorldWide su BBC One.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter