C'era una voltaL’antisemitismo ha anche radici cristiane, troppo comodo dar tutte le colpe a Hitler

"Delirio antisemita su Internet. Schedati centinaia di italiani", titola "il Giornale" e definisce il sito dove sono comparsi gli elenchi di cognomi ebraici o presunti tali "nazista". Eh no, il sit...

“Delirio antisemita su Internet. Schedati centinaia di italiani”, titola “il Giornale” e definisce il sito dove sono comparsi gli elenchi di cognomi ebraici o presunti tali “nazista”. Eh no, il sito holywar.org non è un sito neonazista, è un sito cristiano tradizionalista. Troppo comodo e rassicurante scaricare l’antisemitismo su Hitler, sui nazisti, sugli “altri”; l’antisemitismo fa parte delle nostre radici cristiane. Certo, molto è cambiato, per fortuna, ma qualche nostalgico della chiesa militante, della spada di fuoco dell’arcangelo Gabriele è vivo e lotta fra di noi.

Andate a dare un’occhiata al sito Holywar.

Scoprirete che non inneggiano al nazismo, anzi, lo comparano al comunismo e parlano di odio nazista-razzista ebraico.

Il nazismo è dipinto come “una setta neopagana gnostico-manichea”.

Citano San’Agostino, definiscono Wojtyla “papa anticattolico”; insomma sono cattolici tradizionalisti, non nazisti.

C’è anche un elenco di chiese dove potete ascoltare messe tradizionaliste e amenità varie.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta