SportellatePAROLE

Decisori. E’ una parola che circola da qualche tempo soprattutto nei luoghi più strategici del dissenso: assemblee, incontri pubblici, presentazioni di libri. Politici, classi dirigenti, sono evide...

Decisori. E’ una parola che circola da qualche tempo soprattutto nei luoghi più strategici del dissenso: assemblee, incontri pubblici, presentazioni di libri. Politici, classi dirigenti, sono evidentemente classificazioni già vecchie, vetuste. Decisori serve ad identificare chi attualmente avrebbe in mano le leve del potere ma è aleatoria, oltre ad essere evidentemente brutta. In un momento in cui politici, manager, boiardi di stato, tutti sembrano essere inusitatamente deboli questa parola cerca l’isola che non c’è dei nuovi alternativi, il palazzo d’inverno da assediare e conquistare. Ma le parole vivono con chi le crea, gli ruzzolano davanti come i fool ai re d’un tempo, ai quali un calcio nel sedere non bastava a farli tacere.

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club