Personal MediaQuotidiani di carta, ultimi in classifica nell’economia che cresce

Come sta cambiando l’economia? Una risposta a questa domanda (per gli Stati Uniti) viene fornita dal Council of Economic Advisors che (in collaborazione con Linkedin, fornisce una mappa delle tende...

Come sta cambiando l’economia? Una risposta a questa domanda (per gli Stati Uniti) viene fornita dal Council of Economic Advisors che (in collaborazione con Linkedin, fornisce una mappa delle tendenze in atto settore per settore tra il 2007 e il 2011. I settori a più alta crescita sono le energie alternative (+49,2%), Internet (+24,6%), l’editoria online (+24,3%) e l’e-learning (+15.9%). I quotidiani cartacei sono invece l’industria che sta perdendo più colpi: -28,4%.

Un altro dato interessante emerge dall’analisi di che cosa è accaduto dopo la fine della recessione (grafico qui sotto): alcuni settori (Internet, sanità, energia) hanno ricominciato a crescere, altri (in particolare i giornali) hanno continuato a perdere fatturato.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta