Chi parla maleDe Magistris e la puzza di pezzi deviati su Twitter

Manca qualche minuto alle undici di sera. I televisori sono sintonizzati fra il "Servizio pubblico" di Michele Santoro e "Piazza Pulita" di Corrado Formigli. Su twitter la discussione è monopolizz...

Manca qualche minuto alle undici di sera. I televisori sono sintonizzati fra il “Servizio pubblico” di Michele Santoro e “Piazza Pulita” di Corrado Formigli. Su twitter la discussione è monopolizzata dalla politica, la solita Lega, Beppe Grillo e così via.

È proprio allora che il sindaco di Napoli Luigi de Magistris la spara grossa: «Sento puzza di pezzi deviati delle istituzioni che si muovono per incidere sul corso democratico della storia. Ma la rivoluzione non si ferma».

E che vuol dire? Molti glielo chiedono: «Ma è il caso di fare certi proclami via twitter?». Qualcuno ironizza: «Posa il fiasco di vino!»; «ma non c’era anche una canzone di de Gregori? L’uomo che cammina sui pezzi deviati». Qualcun altro invece è seriamente preoccupato: «Da già magistrato hai le antenne ben addestrate, allora cosa ci preparano, qualche indizio, tanto per gradire e stare attenti…».

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta