Archistoreil design dell’emergenza, come trasformare oggetti comuni in mezzi di trasporto

| bottiglie di plastica, una rete| una camera d'aria, una sedia, un asse di legno. due sgabelli di plastica, due stringhe| due bidoni, due gallegianti, un motore a scoppio, una prua, un manubr...

| bottiglie di plastica, una rete

| una camera d’aria, una sedia, un asse di legno. due sgabelli di plastica, due stringhe

| due bidoni, due gallegianti, un motore a scoppio, una prua, un manubrio

nell’autunno del 2011 più di due mesi di piogge incessanti, superiori di gran lunga a quelle previste ogni anno, hanno flagellato la Thailandia e circa 8 milioni di persone. L’alluvione ha coinvolto 28 province thailandesi su 77 e l’area allagata ha avuto un estensione pari al Lazio. Le province più colpite sono state quelle di Ayutthaya, Pathum Thani e Nakhon Sawan, dove il livello d’acqua ha superato i quattro metri di altezza. Il peggiore disastro degli ultimi 50 anni ha causato danni per miliardi di euro e più di 300 vittime. oggetti di uso comune sono stati assemblati per realizzare utili oggetti per l’emergenza.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta