Vademecum per l’azionistaMediaset: Silvio non ha strategie, come sul Pdl

Pubblicità in calo, strategia incerta sull’online, taglio dei costi. Dopo la vendita di Endemol a Time Warner e l’incognita beauty contest, che forma vuole assumere e dove vuole investire il gruppo...

Pubblicità in calo, strategia incerta sull’online, taglio dei costi. Dopo la vendita di Endemol a Time Warner e l’incognita beauty contest, che forma vuole assumere e dove vuole investire il gruppo di Cologno Monzese? In vista della prossima assemblea di Mediaset, Linkiesta mette a disposizione degli azionisti alcuni spunti utili come punto di partenza per chiedere conto agli amministratori del loro operato. Agli azionisti spetta per legge il diritto di porre domande, anche in forma scritta, agli amministratori della società. I lettori sono invitati a contribuire con proprie osservazioni e domande, che verranno progressivamente integrate nel Vademecum.

I numeri di Mediaset
(dati in milioni di euro)
Ricavi4.200 (-1%)
Mol1.826 (-8,1%)
Utile netto225 (-36%)
Dividendo10 cent per az. (-71%)
Data assemblea18 aprile 2011
Info per partecipareclicca qui

Strategie e gestione dei rischi

  • La società parteciperà o meno al nuovo beauty contest?
  • L’a.d. Giuliano Adreani ha promesso un taglio dei costi di 250 milioni di euro il 2014, in quali settori?
  • Il grosso delle spese riguarda la compravendita dei diritti tv: qual è la strategia del management per i prossimi anni?
  • In che modo il management ha intenzione di sviluppare i servizi online?
  • Qual è l’andamento previsto della raccolta pubblicitaria nei prossimi anni, e quale il mix fra raccolta tradizionale e web?
  • Nel 2011 il cash flow si è dimezzato per via dei maggiori investimenti, quali sono i piani del management per i prossimi anni?
  • I numeri della divisione iberica sono in crescita, quali sono gli obiettivi per la Spagna alla luce della contrazione del mercato pubblicitario nel Paese?

Performance e remunerazioni

  • Si prevede un piano di riduzione dei bonus del top management alla luce dei risultati 2011 e del magro dividendo?

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta