MillelibriUna biblioteca condominiale

Amo i libri, soprattutto cartacei, ma tante volte ci si trova in case piccole, con spazi ridotti. Forse l'ebook può essere una via d'uscita, anche se l'idea di non avere le pagine da sfogliare mi t...

Amo i libri, soprattutto cartacei, ma tante volte ci si trova in case piccole, con spazi ridotti. Forse l’ebook può essere una via d’uscita, anche se l’idea di non avere le pagine da sfogliare mi terrorizza. Ecco allora un’idea: la biblioteca condominiale.

C’è la palestra, la piscina, la sala per le feste, ma nessuno aveva mai pensato a condividere la biblioteca. Ci hanno pensato gli immobiliaristi di New York. Avere la biblioteca condominiale è un lusso a poco prezzo, un piccolo spazio dove leggere il proprio libro preferito lasciando a casa per un attimo figli, animali e donna delle pulizie.

Il gruppo Extel, dal 2013 realizzerà condomini con annessa libreria. L’unica cosa da controllare è se questo modello potrà funzionare anche in Italia, dove la libreria si può trovare in caffè, musei e ristoranti.

Le nuove case sono sempre più piccole e i libri, certo, occupano molto spazio. Non sarebbe una cattiva idea!

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta