Un pugno di moscheLand-grabbing, un segnale di speranza

Senti questa: l'11 maggio il ‘Committee on World Food Security’ (CFS) presso la FAO ha adottato 'The Voluntary Guidelines on the Tenure of Land Fisheries and Forest’.Sarebbe a dire? I 191 Paesi ...

Senti questa: l’11 maggio il ‘Committee on World Food Security’ (CFS) presso la FAO ha adottato ‘The Voluntary Guidelines on the Tenure of Land Fisheries and Forest’.

Sarebbe a dire? I 191 Paesi membri della FAO hanno concordato l’opportunita’ di frenare la rapina delle terre prima che affligge le popolazioni più deboli nei Paesi in Via di Sviluppo (PVS).

E quindi? E’ stato abbandonato il teorema della ‘World Bank’ e di varie istituzioni finanziarie (interessate), secondo cui i grandi investimenti sulle terre altrui sono meritevoli ‘a priori’ in quanto ‘per definizione’ associati allo sviluppo.

In pratica? Sia gli investitori, sia le autorità che cedono i fondi devono garantire i diritti umani e civili delle popolazioni interessate.

Quando? Bisogna attendere la ratifica delle Linee guida, percio’ l’impegno a rispettarle, da parte dei singoli Paesi.

Cioe’? UE, USA, Cina potrebbero ora decidere di promuovere l’effettiva applicazione delle Linee guida da parte dei loro ‘partner’ economici e politici.

Lo faranno mai? La speranza, si dice, e’ l’ultima a morire …

Vuoi saperne di più?

Rapina delle terre: l`accordo Fao sulla sovranità alimentare dice basta. Ora tocca agli Stati membri fare la loro parte


http://www.ilfattoalimentare.it/fao-rapina-terre.html

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta