Una panchina, un libroMan Booker Prize 2011: anche gli inglesi, a volte, non si capiscono

Julian Barnes, Il senso di una fine, Einaudi, 2012, trad. Susanna Basso E' appena uscita la traduzione italiana  del romanzo  che l'anno scorso ha vinto il prestigioso Man Booker Prize . L'avevo le...

Julian Barnes, Il senso di una fine, Einaudi, 2012, trad. Susanna Basso

E’ appena uscita la traduzione italiana del romanzo che l’anno scorso ha vinto il prestigioso Man Booker Prize . L’avevo letto nell’edizione originale e, come spesso mi accade, mi ero chiesta quale fosse stata la ratio della giuria, soprattutto tenendo conto che nella short list figuravano romanzi a mio avviso molto più meritevoli. Chi fosse interessato ai miei commenti di allora clicchi qui.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter