Rotta verso il mercatoConcorrenza nella rotta fra Linate e Fiumicino? Avevamo scherzato

Il Consiglio di Stato ha sospeso l' esecutività della sentenza con cui il TAR aveva ordinato ad Alitalia di cedere a easyJet 7 degli slot che detiene a Linate, per consentire almeno una parvenza di...

Il Consiglio di Stato ha sospeso l’ esecutività della sentenza con cui il TAR aveva ordinato ad Alitalia di cedere a easyJet 7 degli slot che detiene a Linate, per consentire almeno una parvenza di concorrenza e terminare il monopolio di cui gode da quattro anni nella più importante rotta aerea del Paese, quella fra Milano Linate e Roma Fiumicino.

Se ne ridiscuterà in udienza pubblica il 22 gennaio, intanto prosegue il monopolio che Berlusconi aveva già generosamente garantito ad Alitalia per tre anni, scaduti nel novembre 2011.

Notoriamente in Italia nulla è più definitivo del provvisorio e chi si era illuso che scomparisse un monopolio che non esiste in nessuna altra rotta paragonabile del mondo, deve ricredersi.

Peggio ancora che la decisione stessa è il dover constatare che abbiamo un sistema legale derivato non già dal diritto romano, ma dal gioco dell’ oca e fatto di ricorsi e ulteriori ricorsi, in cui il risultato finale arriva dopo anni di udienze inutili che portano a sentenze inutili, in quanto non definitive. Conta solo l’ ultimo atto e quello che precede è un’ inutile manfrina.

Finché non ci libereremo di questa mentalità, utile solo al reddito degli avvocati, è giusto che sopportiamo lo spread e la miseria. Chi volete che investa i suoi soldi in un Paese con questo sistema legale?

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta