Una firma di tutto riposoDibattito tra i candidati alle primarie: perché SkyTG24 e Cielo non massimizzano l’audience

È inutile girarci attorno: il fatto che il dibattito tra Bersani, Puppato, Renzi, Tabacci e Vendola venga ospitato sul canale a pagamento SkyTG24 e in chiaro su Cielo (canale 26 del digitale terres...

È inutile girarci attorno: il fatto che il dibattito tra Bersani, Puppato, Renzi, Tabacci e Vendola venga ospitato sul canale a pagamento SkyTG24 e in chiaro su Cielo (canale 26 del digitale terrestre) non massimizza l’audience totale. Ciò è male per un evento come le primarie per scegliere il candidato premier del centro-sinistra, un evento per cui sarebbe gradita la massima partecipazione possibile.

Le ragioni per questa tesi sono principalmente due. Faccio particolare riferimento alla programmazione in chiaro su Cielo, che naturalmente smonta la contro-argomentazione secondo cui l’evento è fruibile solo da chi ha un abbonamento su Sky. L’idea è che anche la programmazione su Cielo ha risvolti negativi non irrilevanti.

1) È notorio che i canali sul digitale terrestre a cifra unica (dall’1 al 9) sono più facili da digitare e dunque beneficiano di una audience potenziale maggiore.

2) Il dibattito viene trasmesso su un canale tipicamente debole, che quindi soffre la concorrenza di canali più forti (i tre della RAI, i tre di Mediaset, LA7 e MTV) rispetto all’ipotesi alternativa in cui il dibattito fosse stato trasmesso su un canale forte: un concorrente forte in meno!

@ricpuglisi

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta