MultiKulturaDonadi passerà al PD, ci sarebbe già l’accordo con Bersani

Fonti vicine all'Italia dei Valori scoprono le carte di Massimo Donadi. Il capogruppo dell'Italia dei Valori alla Camera, ormai in rotta con Antonio Di Pietro dopo le vicende che hanno coinvolto l'...

Fonti vicine all’Italia dei Valori scoprono le carte di Massimo Donadi. Il capogruppo dell’Italia dei Valori alla Camera, ormai in rotta con Antonio Di Pietro dopo le vicende che hanno coinvolto l’ex pm e l’IDV intera, è pronto a cambiare aria. Infatti, negli ambienti romani sta girando voce che Donadi, di cui molti all’interno del partito chiedono le dimissioni da capogruppo e si prospetta che presto arriveranno, stia preparando il terreno per passare al Partito Democratico. Tutto questo accadrebbe soltanto in caso di vittoria da parte di Pierluigi Bersani alle primarie del centrosinistra. Ci sarebbe già un accordo con il Segretario del PD Bersani il quale gli avrebbe promesso oltre alla poltrona in Parlamento altri dieci posti tra Camera e Senato a disposizione dell’ormai ex numero due dell’IDV.

A conferma di queste voci si aggiunge un messaggio di un esponente dell’IDV che sta girando in queste ore negli ambienti:

“Ho saputo da fonti sicure che a Roma Donadi ha aperto una trattativa con Bersani per il suo passaggio al Pd e se il Bersa vince le primarie gli garantisce 10 posti in parlamento! Chiaramente da come stanno ora le cose nell’Italia dei Valori, dai risultati in Sicilia, Report, Maruccio, ecc. l’IDV è sputtantato e isolato e non supererà lo sbarramento e per cui c’è il corri corri verso il salvagente per rimanere in Parlamento….”

E, a proposito di sbarramento, Enrico Mentana oggi, su twitter, scrive: “Di Pietro ha detto 4 giorni fa: L’Italia dei Valori è morta domenica a Report. Morta forse no, ferita grave sì: nel sondaggioTgLa7 cade a 2,9” (%) annunciando così il sondaggio che stasera andrà in onda nel suo telegiornale su La7.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta