THE BLAIR MUM PROJECT: blog di una mamma (e figlia) a LondraMemorie di una schizofrenica

Sì insomma, dovresti lasciarmi stare, propio lasciarmi stare. Questo dice il mio subconscio al mio inconscio. Non so quante coscienze e sub coscienze io abbia. Dieci anni di psicologi e manco l’ABC...

Sì insomma, dovresti lasciarmi stare, propio lasciarmi stare. Questo dice il mio subconscio al mio inconscio. Non so quante coscienze e sub coscienze io abbia. Dieci anni di psicologi e manco l’ABC. Fatto sta che tra di loro, i miei strati comunicano bene, e a me mi lasciano fuori. Questi maledetti sogni. Che vorranno dire poi? Chiedo, supplico, imploro di essere lasciata in pace. I patti erano chiari. Fine, e quando si dice fine, è fine. E invece eccoti qua, tu, proprio tu, strana cosa, qualunque cosa tu sia, devi lasciarmi in pace. Apparirmi sotto forma di sogni poi, è davvero logorante. Non so come chiamarti, non lo so, se solo il mio subconscio parlasse al mio cuore invece che al mio cervello, se solo potessi unire testa-anima, tutto sembrerebbe più chiaro, semplice. E invece c’è questa cosa che si chiama dissociazione, per cui è tutto slegato. E quindi io ti sogno. E sono triste perché vorrei davvero liberarmi di te. Mi sembrava di averlo fatto, che dici subconscio? No Allegra cara, te ne sei liberata perché hai detto basta, ma a volte non è sufficiente la ragione per fermare qualcosa. Ok, è vero, lo ammetto. Sono molto razionale, ma così è, è giusto così. Inconscio, tu che ne dici? Sono pazza? Parlo a me, a te, e anche al mio subconscio? Chi siete? Quanti siete? In quanti mi gestite? posso riprendermi il controllo di me o almeno collegarvi tutti insieme così vi parlate, vi mettete d’accordo e poi magari mi fate sapere. Se ne discute e se siamo tutti sulla stessa linea, si va avanti. Voglio dei meetings col mio subconscio. Che dite, se po’ fa’? No perché se no io qua non vado avanti. Penso una cosa e loro mi mandano messaggi subliminali che chiaramente intendono ben altro. E allora ditelo, rendete tutto chiaro alla luce del sole, no? Facciamo una cosa inc e sub, mettiamoci d’accordo almeno su questa cosa: basta coi sogni ok? Perché poi mi restano dentro tutto il giorno e mi influenzano. Ad esempio: decidi di metterti a dieta e sogni solo gelati e cioccolata. Quando ti svegli secondo voi, che succede? che sei depressa e che vuoi solo gelati e cioccolata, ecco che succede. Vorrei non sognare le sensazioni, mi va bene tutto, ma almeno lasciate perdere quelle. Sto bene così e non voglio sentire nient’altro. Allora siamo d’accordo? Non voglio gelati ne’ cioccolata, e se non li voglio, non li devo sognare. Ne’ loro, ne’ le meravigliose sensazioni che accompagnano il gustare un bel gelato o una bella cioccolata. Adesso scusate ma vi lascio perché devo preparare il mio business plan per aprire una gelateria.

Puoi leggermi anche qui www.theblairmumproject.com

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta