Design per salvare il mondo

In Afghanistan, sono in molti a conoscere qualcuno, o avere un familiare, rimasto mutilato dallo scoppio accidentale di una mina anti-uomo abbandonata. Si stima infatti che in Afghanistan ci siano ...

In Afghanistan, sono in molti a conoscere qualcuno, o avere un familiare, rimasto mutilato dallo scoppio accidentale di una mina anti-uomo abbandonata. Si stima infatti che in Afghanistan ci siano 30 milioni di mine e 26 milioni di abitanti. Cioè più di una mina per abitante. Il project designer Massoud Hassani, 30 anni, di Kabul, ha ideato un marchingegno low-cost, fatto di canne di bambu’ e plastica biodegradabile, capace di rilevare la presenza degli ordigni e farli esplodere senza fare vittime. Si chiama Mine Kafon, e per realizzarlo servono soltanto 40 euro. Il MoMa di New York lo ha acquistato per la sua collezione, e a marzo ha in programma di allestirci una esposizione.

Ad ispirare Hassani è stato il suo background culturale, e un gioco da bambino con un modellino di carta.

Eccolo in un video.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta