Mi consentoScalfari fa scoprire ai lettori di Repubblica la maggioranza Grillo-Berlusconi

Brevemente. In settimana, all’indomani della performance di Monti dalla Bignardi, con tanto di cane, abbiamo pubblicato quest’articolo in cui abbiamo messo nero su bianco che l’eventuale e improbab...

Brevemente. In settimana, all’indomani della performance di Monti dalla Bignardi, con tanto di cane, abbiamo pubblicato quest’articolo in cui abbiamo messo nero su bianco che l’eventuale e improbabile alleanza Grillo-Berlusconi sarebbe maggioranza nel Paese. 

Lavorare sul web è dura, l’abbiamo già scritto tante volte. Il primo che passa, spesso anonimo, dice la sua. E tu stai lì ad ascoltarlo perché sennò sei antidemocratico. E quindi abbiamo letto i commenti con la rassegnazione di chi sa che il suo messaggio solo in pochi casi sarà compreso.

Poi, però, arriva la domenica e, come segnalato dal vorace lettore di quotidiani Michele Fusco, la lenzuolata domenicale di Eugenio Scalfari si sofferma, seppur brevemente, sullo stesso punto. E scrive: “Avreste mai pensato un anno fa che sommando insieme Berlusconi e Grillo si arrivasse almeno al 40 per cento dei consensi registrati dagli ultimi sondaggi? Se non addirittura al 50?”.

Poi il ragionamento procede in direzione ovviamente critica nei confronti del populismo. Ma, e questa è la domanda, ci voleva il fondatore per trasmettere il concetto ai lettori del quotidiano diretto da Ezio Mauro? Piano piano, forse, se ne accorgeranno anche altri. A furia di smacchiare leopardi e giaguari, si sta perdendo di vista il resto della giungla. 

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta