Filo sofà, chiacchiere da divanoTondelli resta là!

Questo è un blog che si occupa di questioni al femminili in senso lato e ampio, perchè le donne come è risaputo si occupano di tutto, e la notizia che Tondelli (direttore) e Gallo (condirettore) la...

Questo è un blog che si occupa di questioni al femminili in senso lato e ampio, perchè le donne come è risaputo si occupano di tutto, e la notizia che Tondelli (direttore) e Gallo (condirettore) lasceranno la conduzione del giornale mi sembra un argomento che posso senza dubbio affrontare nel mio Filo Sofà. Non ne conosco le ragioni, ma da quel poco che si capisce c’entra poco il merito, è più una questione di forza, tra chi ha più forza e la usa per mettere l’altro nella condizione di arrendersi e cedere.

Io personalmente mi sono stancata qualche anno fa di cedere e di accettare, e da allora gestisco la mia vita come una battaglia a Risiko, in cui ogni mattina decido strategia o ritirata a seconda delle forze, ma da quel campo che è la mia vita non mi ritiro più e non accetto più che siano gli altri a dirmi cosa fare. Sia ben chiaro che per anni ho contato le vittime, e tutt’oggi continuo a spargere lacrime e sudore. Però non accetto più di dirmi no, almeno non da sola. Non mi dico più questo non lo faccio perchè mi fa paura, questo non lo dico perchè non è bello, questo non lo faccio perchè non ci riesco, questo non faccio perchè se poi mi sto sbagliando.

Insomma immagino che la situazione sia molto difficile e che forse che non ci sia nulla da fare, nulla per nulla allora vale la pena di tentare tutto…anche la cosa più folle ed eclatante, qualcosa di estremo.

Appena ho letto la lettera del direttore mi è venuta in mente quel film geniale di Cabrera, La strategia della lumaca. Un avido proprietario di appartamenti sfratta tutti gli inquilini che invece hanno in quelle case tutta la loro vita…e allora proprio come le lumache, non potendolo convincere in nessun modo a cambiare idea, decidono di portarsi via la loro casa…pezzo per pezzo.

https://www.youtube.com/watch?v=OL0_qUj5k7Q

Portati via tutti collaboratori, progetti, idee e sponsorizzazioni, fotografi e grafici…fino all’ultimo dei blogger (!). Tutti, mettete su un crowdfunding e ricreate esattamente quello che state facendo per loro…lascitali soli con la sola carcassa di quello che è un giornale senza l’anima di chi ci lavora, pure quando la notte a letto sogna.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter