Capitalismo e salameAuguri a tutte le donne e alla marcia delle loro battaglie

Per il giorno della donna Capitalismo e Salame propone un interessante infografica del Guardian che esamina i diritti politici conquisiti dalle donne a partire dal 1982. La mappa interattiva, ideat...

Per il giorno della donna Capitalismo e Salame propone un interessante infografica del Guardian che esamina i diritti politici conquisiti dalle donne a partire dal 1982. La mappa interattiva, ideata da Lizzie Malcolm, mostra la lunga lotta delle donne per la conquista sia del suffragio sia della rappresentazione politica a livello globale. È anche possibile anche trovare specifici dati per i singoli i paesi riguardanti i diritti delle donne come: percentuale delle donne che hanno il ruolo di ministero, numero delle donne in parlamento, il tasso di disoccupazione femminile e le morti delle donne a causa del parto.

Clicca sull’immagine per accedere all’infografica del Guardian

Muovendosi sulla “barra temporale”, è possibile scoprire che il primo paese in cui le donne hanno ottenuto il diritto di voto è la Nuova Zelanda nel 1893 e che solo dal 1971 le donne svizzere hanno potuto partecipare alle elezioni del proprio governo. A oggi sono gli Emirati arabi uniti e l’Arabia Saudita negano il voto alle voto; L’Arabia saudita concederà il voto alle donne durante le prossime elezione nel 2017.

Buona festa della donna a tutte le donne perché, come sosteneva Conrad: «Essere donna è un compito terribilmente difficile, visto che consiste principalmente nell’avere a che fare con uomini».

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta