Sogni di meritoGrillo ha svangato su un Rodotà da neanche 5000 voti?!

Dall'ANSA : "Lo scorso 15 aprile 48.292 persone sono state chiamate a partecipare all'elezione del candidato Presidente della Repubblica del MoVimento 5 Stelle. Il processo dei due turni di voto è...

Dall’ANSA :

“Lo scorso 15 aprile 48.292 persone sono state chiamate a partecipare all’elezione del candidato Presidente della Repubblica del MoVimento 5 Stelle. Il processo dei due turni di voto è stato verificato dalla società di certificazione internazionale DNV Business Assurance.

I voti espressi – si legge sul sito di Beppe Grillo – sono stati 28.518, così ripartiti:

– Gabanelli Milena Jole: 5.796
– Strada Luigi detto Gino: 4.938
– Rodotà Stefano: 4.677
– Zagrebelsky Gustavo: 4.335
– Imposimato Ferdinando: 2.476
– Bonino Emma: 2.200
– Caselli Gian Carlo: 1.761
– Prodi Romano: 1.394
– Fo Dario: 941.

Dopo la rinuncia di Milena Gabanelli e Gino Strada, Stefano Rodotà ha accettato di candidarsi ed è stato il candidato votato dal MoVimento 5 Stelle in aula. Nei sei turni di votazione Rodotà è stato votato rispettivamente 240, 230, 250, 213, 210, 217 volte. Il numero dei parlamentari 5 stelle è di 163.”

Quindi davvero volete dirmi che Grillo ci ha rotto in tutti questi giorni, minacciando rivoluzioni, urlando all’inciucio e al golpe perchè suoi 4000 seguaci ex comunisti hanno votato Rodotà? Ma se fino a 10 giorni fa la maggioranza degli italiani neanche sapeva o si ricordava chi fosse questo comunista da 4 legislature, presidente di partito, pensionato d’oro!

Se fosse stato eletto Rodotà sarebbe stato l’inciucio di Grillo e 4000 suoi seguaci (comunisti) sulla maggioranza degli italiani che non voleva o non conosceva il grigioburocrate della casta.

Sia di riflessione per gli sbandieratori della democrazia diretta 2.0: non è partecipata a livelli significativi per poter imporre scelte al paese, non è ragionata e spesso schiava del sentimento della massa più che del libero arbitrio della ragione e, nel caso di Grillo, falsata e manipolata pro domo sua.

Per fortuna ieri il Friuli ha fatto capire a Grillo di non essere nè Gesù, nè Benito. La lista 5 stelle infatti ha preso il 75% dei voti in meno rispetto a due mesi fa: 50.000 vs 200.000.

twitter @gioviravetta

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta