Barbe BruciateNon ci sono più i ‘Biancofiore’ di una volta

Correva l’anno 1929. Al governo non c’è la Democrazia Cristiana. Il partito del ‘Biancofiore’. La famiglia nucleare e civile (padre, madre e figli) era uguale a quella anagrafica. Regolata dal conc...

Correva l’anno 1929. Al governo non c’è la Democrazia Cristiana. Il partito del ‘Biancofiore’.
La famiglia nucleare e civile (padre, madre e figli) era uguale a quella anagrafica. Regolata dal concetto di “focolare domestico”, come il governo aveva chiesto al Re di decretare nel dicembre 1929.

Correva l’anno 1954. Al governo c’è la Democrazia Cristiana. Il partito ‘Biancofiore’.
Entrava in vigore il nuovo regolamento anagrafico. Si ampliava il concetto di famiglia (anagrafica) ai legami tra persone (il sesso non è specificato) legate da vincoli affettivi, purché “coabitanti ed aventi dimora abituale nello stesso comune, che normalmente provvedono al soddisfacimento dei loro bisogni mediante la messa in comune di tutto o parte del reddito di lavoro o patrimoniale da esse percepito.”
Un passo in avanti.

 https://www.youtube.com/embed/nxZyquIUWMY/?rel=0&enablejsapi=1&autoplay=0&hl=it-IT 

Correva l’anno 1989. Al governo c’è sempre la Democrazia Cristiana. Il partito “Biancofiore”.
Un nuovo regolamento anagrafico entrava in vigore. La famiglia (sempre anagrafica) rimaneva definita pressappoco come nel 1954. Ma c’era una novità: i vincoli affettivi tra persone (il sesso non è specificato) potevano essere certificati dall’ufficiale d’anagrafe, per distinguerli dalle altre forme di convivenza. Veniva dunque introdotta (ai fini anagrafici) l’attestazione di ‘coppia di fatto legata da vincoli affettivi’, non sia mai che la legge volesse riconoscere diritti.
Un altro balzo in avanti. Il legislatore osservava e prendeva atto, con prudente ponderazione, dei ‘costumi’ mutati; si faceva sempre più amorevole (Àgape) e caritatevole (Caritas), e non provava spavento alla vista di Eros.

Correva l’anno 2013. Ti aspetti ulteriori passi in avanti. Ma al governo non c’è più la Democrazia Cristiana. E i ‘Biancofiore’ non sono più quelli di una volta.