Piccolo Spazio VitaleUnghie in bianco: Trend and how to

  Il trend Parliamone. C'è stata un'estate in cui non si è detto: "Quest'anno lo smalto bianco è di moda"?? Non credo. Quindi...questo è l'anno dello smalto bianco :D Bello, eh!? Sta bene con l'abb...

Il trend

Parliamone. C’è stata un’estate in cui non si è detto: “Quest’anno lo smalto bianco è di moda”??
Non credo.
Quindi…questo è l’anno dello smalto bianco 😀

Bello, eh!? Sta bene con l’abbronzatura, si sposa bene con gli outfit estivi e tutto quanto.
Ma la faccia tesa che ci viene quando dobbiamo mettere lo smalto bianco, quella, quella è veramente di moda!
Vi vedo tutte lì con la mano che vi trema e gli occhi sgranati a imprecare contro la vernice che fa le righe e che poi, quando credevate fosse asciutta (perchè succede con tutti gli smalti, ma con quello bianco dippiù) si scatafascia tutta sul primo oggetto che toccate e fa le grinze, le bolle, la rumba e la bachata.
Tutto questo, care amiche, si può evitare (tono da telepromozione tipo Vanna Marchi – oddio no!)

How to
Segreti?
– opacizzare l’unghia con un buffer (grana 240) in modo che siano appianate (il più possibile) le montagne russe che alcune di noi hanno sulle unghie.
– avere lo smalto bianco della consistenza giusta. Quella purea del ’94 che molte hanno nel cassetto, non va bene.
– prelevare pochissima quantità di prodotto e fare tante passate quante sono necessarie fino a ottenere la coprenza perfetta, anche se ne servono 4 o 5 (non fatevi problemi ‘chè certe volte mettiamo in atto, noi donne, dei blocchi patologici tipo: “Ma non pooosso fare 4 passate di smalto…!” – io ero la prima, eh…)

Per leggere il post completo, clicca qui.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta