Re fusoShow don’t tell

  Ve l'ha mostrata ieri Marco Sarti, qui. Ma questa foto deve girare ancora e ancora. Dovete guardarla e riguardarla, anche a costo di farvi venire il voltastomaco. Show don't tell, dicono nelle s...

Ve l’ha mostrata ieri Marco Sarti, qui. Ma questa foto deve girare ancora e ancora. Dovete guardarla e riguardarla, anche a costo di farvi venire il voltastomaco.

Show don’t tell, dicono nelle scuole di sceneggiatura americane. E io penso che questa foto possa davvero valere più di tante parole.

Userò questa foto, in futuro, per spiegare. Quando qualcuno verrà a dirmi che votare PD è il mio dovere, l’unico modo di fermare quegli altri. Come se, realmente, fossero “altri”, diversi, e non tutti uguali. Tutti a ridere, insieme. Ridere di noi.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta