A urne chiusePerché non li votano

Non è che non li votano perché, dopo mesi di discussioni, bozze, accordi, conventio ad excludendum e annunciate riaperture non sono in grado di decidere in modo imparziale, onesto e condiviso le re...

Non è che non li votano perché, dopo mesi di discussioni, bozze, accordi, conventio ad excludendum e annunciate riaperture non sono in grado di decidere in modo imparziale, onesto e condiviso le regole con cui eleggere i loro nuovi dirigenti, perché non hanno ancora spiegato come sono arrivati al governo con Berlusconi o perché invece di parlare dell’Italia parlano di uno o due personaggi con polemichette studiate ad hoc.

Non li votano perché non sono abbastanza di sinistra, «rincorrono Monti» e sono schiavi del neoliberismo imperante che ci ha portato dove siamo (parole loro).

È logica, solo parzialmente rivista da funzionari di partito che non vogliono «morire democristiani». Che ve ne pare?

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta