Sogni di meritoLa bufala dei 60 miliardi di corruzione italiana. E i veri 60 miliardi persi ogni anno.

Ieri é stata data, come al solito, la solita bufala da un sacco di giornali o sedicenti tali: ITALIA PERDE 60 MILIARDI IN CORRUZIONE. Minchiata per tre motivi: 1 perché é un ammontare spropositato...

Ieri é stata data, come al solito, la solita bufala da un sacco di giornali o sedicenti tali: ITALIA PERDE 60 MILIARDI IN CORRUZIONE.

Minchiata per tre motivi:

1 perché é un ammontare spropositato per qualsiasi paese simile per dimensione o per “cultura” (vero che siamo i più corrotti del g8 o della media dei paesi OCSE, ma piano dai…);

2 perché si riporta che la fonte é la Commissione Europea, dicendo che ha fatto i conti lei. Ma non é vero, questa infatti solo cita un report della Corte dei Conti del 2009, dove si diceva invece che la cifra era irreale (poi la stampa italiana se ne era fregata anche allora e ha scritto il contrario. Bisogna vendere giornali…).

3 se la cifra fosse vera, la corruzione italiana sarebbe ben il 50% della corruzione europea o, secondo la stima a spanne che ha indotto all’errore (leggere articolo del post http://www.ilpost.it/davidedeluca/2014/02/03/la-bufala-dei-60-miliardi-e… ) l’8,5% della corruzione mondiale.

PS sapete invece quali sono veri 60 miliardi concreti persi ogni anno (5 mld al mese, -3,5% del pil)? Quelli della bilancia commerciale energetica, perché siamo un popolo di trogloditi che crede agli spot con i soli che sorridono e con tanto verde e che scelgono nei referendum di essere dipendenti dall’estero per l’energia, facendosi ipertassare per i sussidi all’improduttivissimo fotovoltaico non avendo capito che la vera sfida-scelta era nucleare nostro indipendente VS carbone&petrolio o nucleare importato da pochi km dal confine.
E non “verdepulitobuono” rinnovabile VS nucleare brutto cattivo. Nonostante i bei loghi e volantini dei gruppi referendari.

PPS ovvietà non ovvia a tutti: comunque, anche se non queste cifre inventate, la corruzione italiana é una piaga. Non la si risolve ovviamente con leggi anticorruzione (già fatte) ma togliendo l’immenso potere discrezionale e le immense quantità di denaro a chi é destinatario delle bustarelle. “Metterci le persone oneste”, mi dispiace, ma non é soluzione efficace e-o duratura.

PPPS se l’Italia non é pronta per il nucleare perché appunto pervasa dalle mafie negli appalti e dalla corruzione, le si facciano costruire a tedeschi e giapponesi. O scandinavi.

Twitter @gioviravett

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta