Il DecamerinoGalli della Loggia e domande per lo stato ebraico

L'editoriale odierno di Galli della Loggia(Noi timidi...)sul Corriere va preso molto sul serio circa l'urgente necessità per l'Europa (?) di prendere atto di una vera e propria guerra,non solo dich...

L’editoriale odierno di Galli della Loggia(Noi timidi…)sul Corriere va preso molto sul serio circa l’urgente necessità per l’Europa (?) di prendere atto di una vera e propria guerra,non solo dichiarata,ma operante da parte del Califfato islamista.

Nel ribadire che l’Islam vero non c’entra con il fanatismo barbaro criminale che usurpa il credo coranico,si deve concordare con Galli sulla necessità del ricorso alla forza,pur in assenza d’un esercito europeo,supplendovi con una mobilitazione congiunta di stati ( o della NATO)e sulla necessità conseguente di coinvolgere quegli stati arabi ancora propensi al doppio gioco (suicida)

Galli conclude l’editoriale con un appello alla difesa della Croce,simbolo di libertà

Da qui in poi si fatica a seguirne il filo logico quando dice che “spiritualmente siamo semiti”con”indistruttibile legame con l’ebraismo”

Ci si puó adeguare senza capire.Ma si puó chiedere allo stato ebraico, a Nietanyao di pronunciarsi,visto che ha l’esercito più forte del Mediterraneo o serve solo contro la Palestina e non contro il Califfo genocida?

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter