Ipse DixitSbagliando si impara.

Domenica 8 dicembre, Solbiate Arno (Va) - stadio Chinetti - ore 12.30. Diretta SkyTv.INTER vs ROMA - 9^ giornata Campionato di Calcio serie A FemminileGiornata fredda e soleggiata, terreno d...

Domenica 8 dicembre, Solbiate Arno (Va) – stadio Chinetti – ore 12.30. Diretta SkyTv.

INTER vs ROMA – 9^ giornata Campionato di Calcio serie A Femminile

Giornata fredda e soleggiata, terreno di gioco in buone condizioni nonostante il fondo molto duro, tribuna centrale gremita. E’ il momento di Inter – Roma.

Il mainstream suggerirebbe per questa cronaca l’uso di titoli carichi di enfasi, in stile “Scontro di Titani al Chinetti”… Non seguiremo questa indicazione.

Il blasone delle due formazioni è senza dubbio prestigioso e parla da solo, ciò nonostante riteniamo utile fare una premessa, a beneficio di coloro che non hanno una conoscenza approfondita del campionato di calcio femminile e comunque ci leggono.

L’Inter di Sorbi non è una “corazzata” dalla quale attendersi obbligatoriamente ad ogni partita prestazioni mirabolanti; è una neopromossa in serie A. Nella passata stagione ha dominato la serie B dalla prima all’ultima giornata, senza mai uscire sconfitta dal campo. Ma la Serie A è altro.

La rosa è costituita da un organico giovanissimo, irrobustito da alcuni pilastri di indubbia esperienza, e va osservata come si osservano tutte le compagini che si affacciano per la prima volta nella massima divisione nazionale, ovvero senza aspettative preconfezionate, influenzate dal colore della maglia indossata.

Sorbi schiera con la fascia di capitano Lisa Alborghetti, vista la contingente assenza iniziale di Regina Baresi; nel calcio maschile mai avremmo visto un calciatore appena giunto dal Milan (22 presenze e 4 reti) indossare la fascia di comandante in campo dell’Inter… nel calcio femminile si può ancora fare, e questo è un plus.

Nella Roma un problema al polpaccio, rimediato in fase di riscaldamento, costringe Elisabetta Bavagnoli a rinunciare al capitano Elisa Bartoli; al suo posto in campo Soffia.

Sugli spalti del “Chinetti” Sabino Nela, Beppe Baresi ed il vicepresidente neroazzurro Zanetti seguono con attenzione la gara.

Il primo brivido lo procurano le ospiti: Thomas scappa sulla fascia destra, entra in area e serve Bonfantini che la segue a rimorchio, il tiro di prima intenzione è respinto da Debever.

Non passa nemmeno un minuto e l’Inter rende la cortesia con Marinelli che tenta la conclusione dalla distanza, l’estremo difensore giallorosso Camelia Ceasar si distende sulla destra e devia in angolo.

Le squadre si controllano con un’Inter spavalda che mantiene un buon ritmo. Al minuto 17 Tarenzi indirizza sul fondo un diagonale, ed a seguire l’Inter punge ancora con Marinelli, bloccata in extremis da Ceasar.

Al minuto 24 Auvinen stende (molto ingenuamente) Bonfantini pochi centimetri all’interno dell’area di rigore: penalty ed ottima trasformazione di Andressa. Inter 0 – Roma 1. Nel miglior momento dell’Inter passa la Roma, sfruttando un’ingenuità difensiva decisamente evitabile.

Passano solo quattro minuti e la neroazzurra Tarenzi mette a segno il più bel gol realizzato sino ad oggi in campionato; Alborghetti scodella il pallone in mezzo all’area avversaria, l’attaccante neroazzurra numero 27 trova un colpo di tacco al volo che batte una Ceasar rimasta impietrita.

Rete da applausi a scena aperta. Inter 1 – Roma 1.

Di Criscio esce dal campo in lacrime a causa di un trauma al ginocchio

I momenti di gioia sportiva sono interrotti da un brutto infortunio subito dalla romanista Di Criscio, che esce dal campo in lacrime a causa di un trauma al ginocchio destro. Al suo posto Betty Bavagnoli schiera Pettenuzzo.

Se la prima frazione di gioco ci ha raccontato di una Roma riflessiva e di un’Internazionale gagliarda e pimpante, la ripresa ci parla di tutta un’altra storia.

Al minuto 54, correzione vincente di Thomas (dopo che Marchitelli ha sventato il tentativo di Serturini) e raddoppio delle ospiti giallorosse.

Inter 1 – Roma 2. La Roma prende campo con autorità e l’Inter perde, minuto dopo minuto, vis agonistica e concentrazione. Peccato di gioventù e di inesperienza. Sorbi dalla panchina richiama le sue giocatrici più carismatiche ad una maggiore attenzione ed effettua alcuni cambi, ma la strada della partita è segnata.

Thestrup e Bonfantini sfiorano il terzo gol per la Roma, gol che mette a segno poco dopo nuovamente Andressa con un gran mancino a giro.

Il maggior tasso tecnico della Roma condiziona tutte le giocate, l’Inter corre molto ma concretizza assai poco. Ci riprova Tarenzi (ottimo il suo fraseggiare con Alborghetti) ma il risultato non si emenda. Anzi, sono le ospiti a chiudere il poker con una bella segnatura di Thestrup.

Finale. Inter 1 – Roma 4.

Lo score ci dice che le padrone di casa hanno rimediato una bella scoppola e che la Roma è una formazione molto più coesa e matura dell’Inter di questi tempi.

In ogni caso le neroazzurre hanno fatto vedere sprazzi di bel gioco, un primo tempo spigliato ed una sfrontatezza apprezzabile nell’affrontare un avversario molto più compatto.

Manca l’esperienza, che avrebbe aiutato a non porgere almeno un paio di segnature (se non tre) su un piatto d’argento alle ragazze di Bavagnoli. L’esperienza si costruisce giorno dopo giorno con umiltà ed anche sconfitte pesanti come queste possono essere utili e terapeutiche.

Torneremo a seguire le ragazze di Sorbi mercoledì 11, quando affronteranno, sempre a Solbiate Arno, il Milan di Ganz in Coppa Italia. Vi diamo quindi appuntamento sulle nostre pagine, nel nostro spazio denominato DIAVOLO.

INTER-ROMA 1-4

Marcatrici: 25′ Andressa (R), 29′ Tarenzi, 55′ Thomas, 76′ Andressa, 92′ Thestrup

INTER: 31 Marchitelli; 13 Merlo, 23 Auvinen, 17 Debever, 21 Fracaros (38’st Goldoni 16); 7 Marinelli, 22 Santi (38’st Colombo 14), 19 Alborghetti, 8 Brustia; 27 Tarenzi, 12 Van Kerkhoven (24′ st Baresi 9).

A disposizione: 1 Aprile, 2 Quazzico, 3 D’Adda, 5 Capucci, 18 Pandini, 20 Norton.

Allenatore: Attilio Sorbi

ROMA: 12 Ceasar, 4 Soffia, 6 Di Criscio (41’pt Pettenuzzo 44), 7 Andressa (33’st Bernauer 5), 8 Hegerberg, 11 Erzen, 15 Serturini (15’st Thestrup 17), 16 Ciccotti, 19 Thomas, 22 Bonfantini, 25 Swaby.

A disposizione: 21 Pipitone, 4 Soffia, 9 Zecca, 13 Bartoli, 14 Cunsolo, 20 Greggi, 23 Coluccini.

Allenatore: Elisabetta Bavagnoli

Arbitro: Ferrieri Caputi (sez. Livorno )

Recupero: 3′, 5′

Ammonite: 28′ Erzen, 48′ Serturini, 58′ Alborghetti, 94′ Soffia

La classifica

  1. Juventus 25
  2. Fiorentina 19
  3. Roma 18
  4. Milan 17*
  5. Sassuolo 13
  6. Florentia 13
  7. Inter 11
  8. Empoli 11
  9. Hellas Verona 11
  10. 10.Pink Bari 8*
  11. Tavagnacco 2
  12. 12.Orobica Bergamo 1

* una partita in meno

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta