Un impegno concreto: più terapia intensiva per tutti

Proverbio del 6 marzo Il mondo dei saggi è formato da chi si accontenta di poco Numero del giorno: 55.671 Persone guarite su 100.052 contagi globali di Coronavirus Stiamo tornando alla normalità,...

Proverbio del 6 marzo Il mondo dei saggi è formato da chi si accontenta di poco

Numero del giorno: 55.671 Persone guarite su 100.052 contagi globali di Coronavirus

Stiamo tornando alla normalità, per fortuna. Oggi è tutto un fiorire di conferenze stampa, peraltro in luoghi pubblici e affollati e chissà quanti starnuti, dove i nostri beneamati rappresentati del popolo elargiscono i loro preziosi consigli con immancabile pie’ di lista, fra i quali giganteggia per sforzo creativo quello di spendere tutto in una botta l’avanzo primario previsto – che vale l’1,7% del pil, ossia una trentina di miliardi – perché l’epidemia rima bene con signora mia.

D’altronde l’avanzo primario è una roba che uno tiene lì perché non c’ha di meglio da fare. Ci voleva il virus per capirlo.

Ma ovviamente ci sono pure indimenticati e indimenticabili ex vicepremier che rilasciano dichiarazioni rassicuranti circa la potenza italica nell’affrontare la minaccia. Beatevi anche voi: “Il decreto che abbiamo approvato ci permetterà di aumentare del 50% il personale sanitario e del 100% i posti nelle terapie intensive”.

L’Italia è il paese che amo (cit).

Buon week end.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter