Più lunedì per tutti

Normalità, ma a piccole dosi

Proverbio del 27 aprile E’ il povero che fa l’elemosina al povero

Numero del giorno: 163 Debito/pil previsto per l’Italia da Goldman Sachs

E’ chiaro che il governo ha un piano. Ho avuto questa folgorante intuizione mentre ascoltavo il Primo Minestra nella solita diretta fiume, ormai un classico, cercando di scorgere nella filigrana del suo impaperarsi – che fa tanto uno di noi – il disegno sottile che regge le sue decisioni.

Mentre cercavo di capire se devo usare la mascherina per incontrare mia suocera che però abita in un’altra regione o se finalmente posso andare dal barbiere, ho scoperto una cosa meravigliosa che mi era sfuggita nel corso delle ultime breaking news.

Esatto: i lunedì stanno tornando, silenziosi e subdoli com’è nella loro natura, mettendo fine agli ultimi quaranta e passa giorni di sabato. Oggi per dire, i silvicoltori o qualcosa del genere, si stanno godendo il loro post sbornia, facendosi vedere in mascherina e con gli occhi pesti dai colleghi. E il prossimo 4 maggio vedrete: una botta di lunedì come non ce n’erano da tempo. Facile immaginarsi le conseguenze.

Ma il governo, che tutto sa e tutto controlla, è consapevole del fatto che non si possa dare una popolazione in pasto al lunedì mattina senza un’adeguata preparazione. Si rischiano ricadute serie.

Perciò il governo, che come sempre ha un piano, ha deciso di distribuire i lunedì un po’ alla volta, in piccole dosi, come una medicina amara, ma necessaria, almeno fino a quando il mondo non si deciderà a girare per il verso giusto.

Fino ad allora toccherà contentarsi di un lunedì pagato.

A domani.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter