BabeleCome si è evoluta la professione dell’influencer e l’importanza dei video

Negli ultimi anni la professione di influencer è diventata sempre più diffusa e, per un’azienda, riuscire a individuare l’influencer più giusto per il proprio settore di mercato e per il proprio pubblico può essere il modo di far compiere un’impennata ai propri affari. Ma chi sono gli influencer, cosa fanno e quali strumenti utilizzano per raggiungere il successo?

In cosa consiste il lavoro di influencer

Gli influencer sono persone che, come suggerisce il nome, godono di una grande influenza sulle scelte di consumo e stili di vita delle persone. Diventare influencer non è facile, ovviamente. Richiede una personalità interessante e un’attitudine caratteriale, oltre a doti relazionali e professionali specifiche. Il lavoro di influencer consiste quindi nel riuscire a muovere le decisioni dei consumatori sulla base delle proprie passioni e interessi.

Solitamente, per avere successo, occorre riuscire a trovare la propria voce e soprattutto creare un legame veritiero con i propri follower. Solo quando questi ultimi riconosceranno esperienza e competenze all’influencer, questo riuscirà a influenzare realmente i loro acquisti.

Un influencer inizia a essere tale quando ha oltre 100.000 follower. In quei casi può guadagnare anche diverse migliaia di euro per ogni singolo post su Instagram. Pensare però che il successo di un influencer sia dettato esclusivamente dai suoi follower non è corretto.

Ci sono anche altri fattori che giocano un peso importante come la qualità e la capacità di scegliere gli strumenti più giusti per realizzare ad esempio i video, il principale veicolo di comunicazione utilizzato.

Non solo follower

Come si misura il successo di un influencer?

Al contrario di quello che si pensa, non sono solo i follower a determinarlo. Infatti, uno dei fattori determinanti è la qualità dei post. Quindi realizzare foto perfette e video professionali è il primo passo.

Ma come fare se non si è fotografi e video maker? Fortunatamente oggi la tecnologia può aiutare. Sarà sufficiente scegliere il miglior video editor in circolazione per realizzare video di qualità, avendo un po’ di creatività. Con alcuni software, come Filmora, prodotto di Wondershare, è possibile aggiungere foto nel video e cambiare lo sfondo senza schermo verde, ma anche registrare lo schermo, funzione utilissima soprattutto quando si decide di realizzare un video tutorial.
In questo modo, producendo contenuti di qualità, sarà possibile ottenere maggiori interazioni da parte della propria community e attirare l’attenzione di aziende e brand.

Prendiamo ad esempio Chiara Ferragni o Clio Zamatteo, più conosciuta come Clio Makeup: senza un video editor che permetta di realizzare un contenuto professionale difficilmente avrebbero raggiungo il successo che hanno oggi.
Un’azienda che sceglie di affidarsi a un influencer per promuovere i propri prodotti utilizza, come tasso di misurazione, le interazioni per i suoi contenuti.

Chiara Ferragni ha costruito la sua popolarità sul dare consigli d’acquisto ed è stata una delle prime influencer in Italia. Al giorno d’oggi ovviamente dare consigli non è più sufficiente, serve realizzare contenuti originali e professionali. Non c’è più spazio per l’improvvisazione quindi, anche la scelta degli strumenti deve essere finalizzata a creare un prodotto di valore. La scelta del giusto software per la realizzazione e il montaggio di video è fondamentale.

L’importanza dei video nella professione di Influencer

I video giocano, come abbiamo visto, un ruolo fondamentale nella professione dell’influencer. Infatti, quando un’azienda decide di iniziare una collaborazione con questi professionisti si aspetta, oltre alle foto, anche la realizzazione di video. Se non si è video maker o non si ha a disposizione un professionista che possa occuparsi dei video, utilizzare un software video editor facile da usare che permetta di realizzare in completa autonomia video professionali è molto importante. Molto spesso non è necessario che un software di video making sia dotato di tante funzioni quanto che permetta, anche a chi non ha conoscenze tecniche, di realizzare un buon prodotto professionale.

Influencer: funzionano davvero?

Solo per dare qualche altro numero, oltre l’89% delle persone che si occupano di marketing sono convinte che il lavoro degli influencer possa effettivamente spostare le decisioni di mercato.
Sembra che la fascia di persone più soggette al fascino degli influencer siano soprattutto i più giovani, ma non sono di certo gli unici. Infatti, chi appartiene alla fascia che va dai 18 ai 34 anni ha maggiore potenza economica e può decidere in autonomia come spendere.
Tra le piattaforme più utilizzate c’è sicuramente Instagram, dove è possibile pubblicare sia foto che video, e naturalmente fare dirette. C’è poi YouTube, che risulta essere una delle piattaforme più forti per la pubblicazione di video. Infatti, i più giovani sono tra i maggiori appassionati del formato video e qui per loro è più facile farsi notare con contenuti interessanti e di alta qualità e, al tempo stesso, trovare influencer da seguire.

Un altro canale che sta iniziando ad essere molto utilizzato dagli influencer, e che prevede un grande uso di video, è TikTok. Per riuscire a farsi notare su questa piattaforma, oltre ad avere una buona idea per realizzare un contenuto divertente e interessante, è importante individuare il migliore video editor per i beginner, facile da utilizzare anche per chi non sa niente di video e desidera realizzare un contenuto veloce e ben fatto.
Come abbiamo visto, l’influencer marketing può garantire grandi ritorni economici, ma è fondamentale trovare il giusto influencer a seconda dei dati demografici del target di riferimento, quello che possa insomma realizzare i migliori contenuti per raccontare un prodotto ai suoi potenziali consumatori.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter