BabeleIl codice sconto, una potente arma nel campo del marketing

Pixabay

Non parliamo di oscure tecniche di marketing, studi della mente e del pensiero, per vendere molte volte ci sono strumenti basilari e a disposizione di tutti che possono permettervi di svoltare in positivo il fatturato della vostra azienda, stiamo parlando infatti del codice sconto.

Un codice sconto normalmente si compone di una striscia di caratteri che, se viene messa all’interno di un apposito campo di testo (che spesso viene fornito da un sito e-commerce) ci consente di avere dei vantaggi sui propri acquisti.

Si tratta di benefici che possono essere pari a degli sconti in percentuale su quello che è il totale del carrello, degli sconti anche a cifra fissa, oppure di un prodotto omaggio o anche di una spedizione gratuita.
Il
codice sconto è uno strumento piuttosto funzionale per poter incoraggiare gli utenti ad effettuare acquisti, in modo da aumentare le vendite online.

I siti che raccolgono codici sconto sono importanti leve di marketing per le aziende che li emettono, moltissimi utenti infatti passano parecchie ore a vagliare questi portali per raccogliere l’offerta giusta e risparmiare diversi euro sulla loro spesa già preventivata.

Una formula vincente se vogliamo analizzare la forte presenza di siti web che raccolgono i vari codici sconto dei migliori brand, oltre a quelli ovviamente molti raccolgono anche scotistiche varie oltre alle offerte che attirano un folto numero di utenti in cerca del risparmio.

Il marketing dei codici sconto

I codici sconto vengono spesso usati per creare un marketing favoloso e senza un grosso esborso economico, questo perché di base si possono inserire in queste proposte quasi tutti i prodotti che rimangono a magazzino o che per un caso o per l’altro rimangono invenduti durante l’anno.

Normalmente poi come vedremo qui sotto, i codici sconti sono comunemente usati per far tornare i clienti e portarli a spendere nel vostro punto vendita quando i prodotti che troveranno saranno a prezzi pieni.

Vediamo che solitamente i codici sconto si possono usare per:

  • avere nuovi clienti: i codici sconto potranno essere utilizzati come incentivo al fine di convertite un visitatore in un nuovo cliente;
  • avere nuovi indirizzi e-mail e poter generare nuovi lead: i clienti che mandano il proprio indirizzo e-mail per iscriversi alla newsletter ricevono sconti;
  • recuperare i carrelli abbandonati: i codici sconto che vengono usati nelle email o SMS di re-marketing per andare dei carrelli abbandonati possono incentivare gli utenti ad ultimare l’acquisto;
  • effettuare un nuovo acquisto: una volta che i clienti hanno fatto il loro primo acquisto, l’invio di un codice sconto da usufruire per un secondo acquisto può incoraggiarli a tornare sul sito, questa è un’ottima strategia;
  • aumentare il tasso di fidelizzazione: in media, in base ai dati che sono stati raccolti da diversi gruppi di ricerca, i clienti più fidelizzati vanno a spendere almeno il 67% in più rispetto ai clienti nuovi. Per cui, è essenziale includere delle strategie di fidelizzazione all’interno del proprio piano marketing per mantenere i clienti sempre soddisfatti.
  • importante mandare dei codici sconto esclusivi insieme a delle occasioni speciali, come ad esempio tutti i compleanni, perché potrà contribuire a far sentire i clienti più affezionati e anche apprezzati;
  • fare upselling e cross-selling: dare dei codici sconto che possano prevedere una consegna gratuita o altri vantaggi economici nel caso in cui la spesa del cliente vada a superare un determinato valore o includere più prodotti, perché incoraggia ad aggiungere più articoli al proprio carrello.

Utilizzare i buoni sconto è utile?

Potremmo aprire una disquisizione planetaria sulla utilità dei buoni sconti e sui motivi per cui ve lo consiglio come metodo di marketing e di profilazione dei clienti, uno strumento necessario se vogliamo ampliare il nostro parco clienti in modo aggressivo e senza un grosso dispendio di energie.

Infatti, la grossa comodità del buono sconto è la possibilità di inviarlo via e-mail in modo automatico o allegarlo ai prodotti appena acquistati dai clienti, in modo da avere un ritorno quasi passivo del cliente.

Per queste motivazioni, mi sento di consigliare l’utilizzo del buono sconto nelle vostre aziende siano esse di piccoli, medie o grandi dimensioni.