Occhio a cambiare maglietta…

Occhio a cambiare maglietta...

Storie lontane. In Inghilterra, papà James McGhee decide di comprare al figlio Jon, tredicenne, la maglietta del suo idolo Gylfi Sigurdsson, centrocampista islandese del Reading, serie B britannica. Nonostante le promesse della società, il giocatore viene ceduto all’inizio della stagione successiva, per cui McGhee si sente preso in giro, fa causa, e la vince riottenendo, come risarcimento, i soldi della maglietta (72 sterline). Coloro che scelsero Scilipoti, Calearo, Razzi e altri Responsabili sono avvertiti…

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta