A Tunisi hanno il terrore di Zaia

A Tunisi hanno il terrore di Zaia

«Maroni e e il premier medieranno. O romperemo i rapporti con Tunisi». Parola del presidente del Veneto Luca Zaia. Bravo. Così poi gli immigrati li mettiamo anche nelle cantine. Ma per essere sicuri di centrare il traguardo occorre, almeno, prima rompere anche con Libia, Marocco ed Egitto. Con la prima quasi ci siamo. Con gli altri due un altro piccolo sforzo e, vista la lungimiranza della nostra politica estera, siamo sicuri che ce la farete. Insomma, non conveniva dire agli alleati: se volete le nostri basi ve le diamo solo se vi beccate anche gli immigrati? No, meglio rompere coi tuinisini che di Zaia hanno notoriamente il terrore.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter