I francesi ci giocano a corte, Silvio all’estero va ancora di moda

I francesi ci giocano a corte, Silvio all’estero va ancora di moda

I francesi avevano già creato cuori, quadri, fiori e picche. In Italia, di regione in regione, esistono una decina di mazzi diversi, dalle piacentine alle siciliane. Ora, da Oltralpe, arriva il mazzo Italia MMXI, «seconda versione di un progetto artistico che mira ad illustrare, in modo satirico, la società attuale mediante alcuni personaggi emblematici».

Re di cuori, ça va sans dire, Silvio Berlusconi. Niente cui non avesse già pensato da solo: nel 2006 faceva parte del materiale elettorale dell’allora Forza Italia e su Ebay vengono vendute a 20 euro circa. Gli slogan sono poco lontani dagli attuali: “La sinistra dice che va tutto male lasciamola perdere”, “Oggi autonomi con la devolution domani gli autonomi e la revolution” e ancora “voto Berlusconi perchè credo nella famiglia”. Italia MMXI è un mazzo di tenore ovviamente diverso. Oltre a Silvio re di cuori, fra le carte vestite di maggior valore gli fanno compagnia Bossi-Fini come re di fiori, «principali alleati e rivali», Craxi e Gelli «la parte nascosta del sistema» diventano i re di picche e Gheddafi e Putin invece sono i due lati del re di quadri.

Fra le regine, immancabili Mara Carfagna, Maria Stella Gelmini, Daniela Santanchè, Veronica Lario, Patrizia D’Addario, Noemi Letizia e Ruby: insomma più che un mazzo di carte sembra una raccolta della cronaca, più o meno privata, più o meno dirimente associata a Berlusconi.Nella versione dell’anno scorso, dedicata a Nicolas Sarkozy, il presidente francese era presente su tutti e quattro i semi del re. Forse Silvio agli occhi dei francesi è un po’ meno regale. Nella versione transalpina, fra le regine, presente ovviamente Carlà regina di cuori.

Stampato in 10 mila copie nel 2010, il mazzo ha ora la sua nuova versione italiana, dove non si sfugge ai fanti Vespa e Mizolini (fiori), Bondi e Tremonti (quadri) Piersilvio ed Emilio Fede (cuori) e Ghedini e Dell’Utri (picche). In antitesi i Jolly: Benigni, Travaglio, Santoro e Falcone. Tornando alla descrizione iniziale, più che «la società attuale mediante alcuni personaggi emblematici», il mazzo descrive relazioni e mondi ormai molto distanti «dalla società attuale».

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta